Ai Diavoletti di Camigliano incontro sulle lotte operaie del ’68-’69

Operai e studenti a confronto sui temi del lavoro in una serata dedicata ai ricordi delle lotte operaie condivise negli anni. Questo lo spirito dell’incontro che vedrà protagonisti gli operai della Cucirini Cantoni Coats, la fabbrica per eccellenza del territorio lucchese, ed i giovani studenti e lavoratori di oggi. L’incontro dal titolo Lavoro prima e dopo il ’68/‘69, organizzato da Sinistra con Capannori, è in programma per giovedì (31 gennaio) alle 21 ale ristorante i Diavoletti di Camigliano.

L’evento è il primo della rassegna Lavorare ieri oggi e domani che farà rivivere le persone, le storie, le lotte e gli aneddoti che hanno attraversato la Cantoni, il polmone industriale di Lucca, dove arrivarono a lavorare oltre 5000 persone, provenienti da varie zone della Lucchesia e della Piana. La serata metterà un accento particolare soprattutto sulle lotte sindacali iniziate nel biennio caldo, studentesco prima e operaio dopo, del 1968/1969, continuate poi per tutti gli anni Settanta. Una testimonianza diretta portata alla luce dalla viva voce delle donne e degli uomini che furono protagonisti di quelle rivendicazioni e di quella stagione di affermazione dei diritti. Un’incursione inedita nella Cantoni, accompagnata anche da fotografie dell’epoca, nelle sue sfaccettature e nei suoi lavoratori: ragazzi di ieri che avranno ora la possibilità di confrontarsi con i ragazzi di oggi, per far emergere contraddizioni e speranze condivise, per raccontare le reciproche esperienze e
fare luce su ciò che va radicalmente cambiato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.