Cala le reti in porto, multato a Viareggio

Cala le reti nel porto, ma viene sorpresa dalla capitaneria di porto e multato.
È successo nel pomeriggio di ieri quando un uomo di Viareggio, G.G. le sue iniziali, è stato colto in flagrante mentre, a bordo di una piccola barca a remi, calava reti da posta nelle acque portuali di Viareggio. Il suo comportamento non è passato inosservato ai militari della capitaneria di porto, anche grazie all’ausilio delle telecamere di videosorveglianza ormai posizionate presso tutte le banchine portuali.

I militari sono immediatamente intervenuti con il gommone Gc A78, interrompendo sul nascere l’illecito, potenzialmente pericoloso per la sicurezza della navigazione e portuale nonché per l’ambiente marino circostante. Sono state recuperate due reti da posta ancora prive di pescato – per una lunghezza complessiva di circa 100 metri – posizionate senza alcuna segnalazione in due differenti aree delle Darsene Italia e Toscana, nelle vicinanze delle imbarcazioni all’ormeggio.
Al pescatore, peraltro senza licenza, è stato elevato un verbale amministrativo da mille euro per pesca abusiva ed in zona vietata, oltre al sequestro delle attrezzature utilizzate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.