Cartiere Carrara, diffida su regole per assenze e malattie

La tensione alle Cartiere Carrara invece che allentarsi cresce. Il motivo sta in due comunicazioni dell’azienda relativi alla procedura di gestione delle assenze e delle malattie, che secondo Rsu e sigle sindacali sarebbero state adottate senza il coinvolgimento dei lavoratori. Ed è per questo che scatta la diffida all’azienda dall’applicarle.

“Nessuna delle due comunicazioni è stato oggetto di confronto con la Rsu e quindi si tratta di decisioni unilaterali dell’azienda in aperto contrasto delle regole contrattuali oltre alle più elementari regole di buone prassi che stabiliscono il rapporto tra un azienda e i suoi dipendenti e che ne misurano il rispetto che la prima ha nei confronti dei secondi – dicono la Rsu e le sigle sindacali -. Nel merito dei contenuti della comunicazione sulla procedura gestione assenze, senza voler essere esaustivi, si va da menzioni di procedure inesistenti e mai concordate (ferie programmate), a vere e proprie violazioni di normative di legge e contrattuali, (legge 104, permessi elettorali, congedo matrimoniale). Per quanto riguarda la comunicazione Regolamentazione della malattia e del certificato medico di malattia, rileviamo – continuano – nel caso di malore o indisposizione, la contraddizione tra la volontà di tutelare la salute del lavoratore e quella di sequestrarlo, non prevedendo in nessun modo la possibilità per il lavoratore di uscire autonomamente anche in caso di evento lieve come ad esempio un mal di denti. È necessario che l’azienda risolva questa contraddizione anche perché non vorremmo leggervi un retro pensiero sul giudizio dell’onestà del lavoratore che comunica di stare male e di conseguenza l’instaurazione di una regola di carattere preventivo e punitivo. Se le due comunicazioni sono una risposta alla vertenza in corso, l’azienda invece di comportarsi da Padrone della ferriera, li ascolti e riconosca loro quanto è giustamente gli spetta. Comunque – concludono – viste le modalità e soprattutto i contenuti delle comunicazioni le organizzazioni sindacali e la Rsu diffidano l’azienda dall’applicazione delle stesse, riservandosi di agire sindacalmente e/o nelle sedi opportune in caso l’azienda nel darne corso violasse norme contrattuali e di legge”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.