Fusioni, dipendenti Holding Servizi in agitazione

Un piano di fattibilità presentato in “grave ritardo”. E’ negativo il funzionario Fisascat Cisl Simone Pialli circa gli sviluppi nell’assemblea dei dipendenti di Lucca Holding Servizi che si è tenuta ieri (13 febbraio) per discutere del nuovo assetto aziendale con l’incorporazione del settore energia da Gesam spa. Riunione in cui è stato proclamato lo stato di agitazione sindacale.

“Grave  è il ritardo – dichiara il sindacalista – nella presentazione da parte dell’azienda del piano aziendale di fattibilità relativo alle recenti operazioni di acquisizione e fusione di cui è stata oggetto Lucca Holding  Servizi. I dipendenti hanno tutto il diritto di conoscere la sostenibilità della riorganizzazione che li ha coinvolti, poiché ne va del proprio posto di lavoro, come hanno tristemente dimostrato le vicende di alcune aziende municipalizzate di comuni limitrofi”.
“Il piano doveva essere reso pubblico a ottobre scorso – sottolinea Pialli -, ma ad oggi non se ne ha ancora notizia. Inoltre, nonostante il contratto integrativo siglato il 5 ottobre scorso prevedesse una serie di incontri al fine di stabilire i parametri per l’attribuzione di un eventuale premio di produzione, le trattative non sono ancora iniziate. L’azienda ha più volte posticipato la data prevista per l’incontro con le rappresentanze sindacali, fino ad annullare l’ultima dell’8 febbraio, subordinando questo incontro ai risultati di un’assemblea indetta da Lucca Holding spa per il giorno 25, occasione in cui dovrebbero essere trattate anche queste tematiche”.
“I lavoratori, che a seguito delle varie fusioni sono arrivati ad essere 38 unità, hanno pertanto proclamano quindi lo stato di agitazione sindacale – annuncia il referente Fisascat -. Questo con lo scopo di chiedere un incontro urgente con i vertici dell’azienda per avere, finalmente, risposte concrete e poter presentare le proprie richieste prima che siano prese decisioni unilaterali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.