Azimut Benetti, a Livorno vertice con Regione e sindacati

È stato fissato per mercoledì (20 febbraio) a Livorno un incontro tra esponenti della Regione Toscana, dei sindacati e i vertici dell’azienda Azimut Benetti. Un importante momento di confronto per capire quali siano le strategie future del gruppo nautico che ha un sito produttivo anche a Viareggio.

“Crediamo che questo confronto sia importante affrontarlo a livello regionale in modo da poter discutere di tutti i siti produttivi in Toscana e comprendere la strategia di questo importante gruppo in tutta la sua globalità aziendale – spiega Massimo Braccini, segretario generale Fiom Toscana. La nautica è nuovamente di fronte ad un passaggio importante: la globalizzazione è arrivata anche a questo settore e crediamo che dall’evoluzione e prospettive del più importante cantiere nautico al mondo, in qualche maniera si determinino gli scenari di indirizzo di questo importante settore in Toscana”.
“Continuiamo a pensare che Azimut Benetti dovrebbe assumere di nuovo una condizione di struttura più fondata sui reparti produttivi alle dirette dipendenze del cantiere e non solo reggersi in un rapporto fondato sulla produzione unica in mano agli appalti – prosegue Braccini -. Bisogna pensare di poter tornare anche alla politica delle assunzioni dirette in reparti produttivi da parte dei cantieri, ed a creare una autonomia funzionale vera delle ditte in appalto”.
“Abbiamo il dovere di provare a dare un indirizzo strategico alla ripresa produttiva della nautica – conclude l’esponente Fiom – Vi sono anche importanti compagini industriali pronte ad investire nella nostra regione. La politica delle concessioni demaniali su cui operano i cantieri deve risentire di specifici vincoli e scelte coraggiose e dobbiamo avere la capacità di elevare le condizioni dei lavoratori. Non esisterà mai nessuna modernizzazione se fatta contro i lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.