Capannori, nuovi incentivi per chi riduce i rifiuti prodotti

Arrivano nuovi incentivi per le buone pratiche ambientali di cittadini e aziende nel comune di Capannori che così punta a ridurre la quantità di rifiuto prodotto sul territorio. Le novità saranno introdotte nel nuovo regolamento di Ascit che nel mese di marzo sarà all’ordine del giorno del consiglio comunale. Sono previsti tre tipi di incentivazione. La prima riguarda le famiglie con neonati per le quali si vuole promuovere l’uso di pannolini lavabili e quindi riutilizzabili prevedendo uno sconto del 40% sulla parte variabile della tariffa Ascit per coloro che li utilizzano. Queste utenze entreranno direttamente a far parte delle ‘Famiglie Rifiuti Zero’ e saranno seguite e affiancate dal Centro di Ricerca rifiuti Zero.

La seconda nuova misura prevede l’aumento dello sconto sulla parte variabile della tariffa Ascit dall’attuale 10% al 20% per bar, ristoranti ed altri esercizi che somministrano alimenti, che donano le proprie eccedenze alimentari.
Il terzo tipo di incentivazione è rivolto agli esercizi commerciali che vendono prodotti sfusi e quindi contribuiscono a diminuire gli imballaggi da smaltire. Anche in questo caso è previsto un aumento dello sconto in bolletta che sarà calcolato in proporzione alla superficie dedicata all’interno del locale alla vendita di prodotti di questo genere.
“Con queste nuove misure vogliamo implementare le buone pratiche per diminuire la produzione dei rifiuti sul nostro territorio e avvicinarsi sempre più all’obbiettivo rifiuti zero. Il fine è anche quello di responsabilizzare ulteriormente i cittadini sull’importanza di uno stile di vita sostenibile che passa anche da ciò che si acquista. – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi -. I pannolini ‘usa e getta’, ad esempio, costituiscono ad oggi circa il 15% del rifiuto indifferenziato e quindi riteniamo importante incentivare le famiglie ad utilizzare quelli lavabili in modo che venga ridotta la produzione di quelli tradizionali. Per quanto riguarda le aziende vogliamo premiare quelle che orientano la loro attività a scelte innovative e rispettose dell’ambiente, come l’utilizzo di prodotti sfusi e l’impegno contro lo spreco alimentare. Siamo di fronte a tre nuove misure che portano vantaggi ambientali, economici e sociali e che saranno inserite nel nuovo regolamento Comune-Ascit”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.