Chiedono soldi per la Misericordia ma è truffa

Più informazioni su

Ad Altopascio c’è qualche malintenzionato che si aggira in paese chiedendo a esercizi commerciali o imprnditori offerte o contributi per la Misericordia per l’acquisto di strumenti medici. Ma si tratta di una truffa. Lo dice il governatore della Misericordia Salvatore Bono facendo presente che “nessuno è autorizzato a chiedere denaro per conto della Misericordia, che tale forma di raccolta di denaro non rientra nello stile di questa ultracenteneraria associazione”.

Da qui l’invito a “segnalare tali illecite richieste con immediatezza alle forze di polizia del territorio, collaborandoli al massimo e fornendo loro ogni particolare (descrizione del soggetto, tipo di abbigliamento, se solo o in compagnia, se é a piedi o utilizza un veicolo, numeri di targa o altro) per contrastare tale illegalità, cosi’ da identificare gli autori del reato e segnalarli alla competente autorità giudiziaria”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.