Beccato mente ruba abiti dai contenitori della Caritas

Beccato dai carabinieri mentre rubava abiti in un contenitore della Caritas finisce nei guai. L’uomo, 39 anni di origine rumene ma residente a Pisa, però, non avrebbe dovuto nemmeno trovarsi in provincia di Lucca perché destinatario di un ordine di rimpatrio con foglio di via obbligatorio emesso nei mesi passati dalla questura di Lucca.

Nella mattinata di ieri (24 marzo) i carabinieri durante un normale servizio di pattugliamento urbano lo hanno beccato in flagranza mentre aveva appena asportato dal contenitore giallo della Caritas un giubbotto a Nozzano. L’uomo è stato fermato dai militari e identificato. Già noto alle forze dell’ordine è stato quindi riportato nel suo Comune di residenza, a Pisa, ed è stato denunciato per furto e inottemperanza al foglio di via della questura lucchese in attesa delle decisioni da parte della magistratura. Il foglio di via emesso a suo nome dalla questura prevede che le persone ricomprese nelle categorie destinatarie di tale provvedimenti debbano essere rimandate, con atto motivato del Questore, nel luogo di residenza, qualora risultino pericolose per la sicurezza pubblica; con lo stesso provvedimento, inoltre, si impone ai destinatari il divieto di rientrare senza autorizzazione, e comunque per un tempo non superiore a tre anni, nel comune dal quale sono stati allontanati.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.