Revenge porn e violenza di genere, successo all’incontro per scuole lucchesi foto

Si è tenuto questa mattina (3 aprile) al Polo scolastico Fermi Giorgi il terzo incontro del percorso formativo nell’ambito dell’iniziativa E’ finito il tempo di violare sul contrasto alla violenza di genere, progetto attivo fin dal 2011, realizzato in rete con l’Isi Machiavelli Civitali e fortemente voluto dai dirigenti Massimo Fontanelli e Iolanda Bocci e dalla dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa Carrara Donatella Buonriposi. 

L’ispettore capo della Questura di Lucca Massimo Sodini ha affrontato temi quali il cyberbullismo, lo stalking, la violenza in famiglia, il femminicidio e la violenza sessuale con le varie classi dei due istituti, grazie al coordinamento delle insegnanti referenti del progetto Tiziana Bianchini, Francesca Stefani e Paola Paoli. Presente all’incontro anche Elisa Tenucci dell’Associazione Luna, che da quest’anno è partner del progetto che vede anche la collaborazione del Club Unesco Lucca, rappresentato da Anna Teresa Rondinella, nell’ambito dell’Agenda 2030.
Il progetto E’ finito il tempo di violare, che terminerà a novembre a Roma con un incontro alla presenza della Senatrice Maria Rizzotti, nasce anche per volontà delle famiglie di due alunne dell’Istituto Civitali, Alessandra Biagi e Anastasia Stanewich, uccise per mano dei loro partner. Grande la partecipazione degli studenti che, grazie alla possibilità di affrontare, comprendere e discutere di tematiche particolarmente delicate, riescono ad esprimere in maniera più consapevole le loro posizioni anche in merito a fatti di cronaca, come l’approvazione della legge sul Revenge porn: “E’ un atto giusto”, esordisce Milena Del Sarto della classe terza del Liceo sportivo. “A volte non si è consapevoli della gravità e delle gravi conseguenze che un atto può avere, le fa eco il suo compagno di classe Lorenzo Fanani. “Anche i parlamentari devono avere un comportamento adeguato, i politici stessi, oltre a fare le leggi, devono dare il buon esempio”, sottolinea Martina Guerrini dell’Istituto Civitali. Il prossimo appuntamento è il 16 maggio prossimo con un evento aperto alla cittadinanza che vedrà gli studenti cimentarsi in una rappresentazione teatrale e l’esposizione degli elaborati sulle tematiche affrontate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.