Bertilacchi via da maggioranza. Ballini: non faceva squadra

E’ polemica a Villa Basilica dopo che il consigliere comunale Giovanni Bertilacchi ha lasciato la maggioranza in Consiglio. Contro di lui si scaglia senza mezzi termini il sindaco Giordano Ballini. “Finalmente – afferma – Bertilacchi ha gettato la maschera e rivelato la sua vera identità, decisamente lontana da quella dell’amministrazione comunale”.

“Ci faremo una ragione del suo addio dal momento che, nel corso di tutta la legislatura, dal consigliere non sono arrivate né proposte né idee costruttive per lavorare a sostegno della comunità – è andato giù duro il sindaco -. Si è sempre mosso in solitaria, rigettando ogni occasione di confronto e di gioco di squadra. Penso al caso dell’impianto di compostaggio, quando ha rilasciato dichiarazioni su un tema molto delicato come lo smaltimento dei rifiuti, parlando a nome della maggioranza senza il minimo dialogo col resto del gruppo. Purtroppo per lui io non permetterò a nessuno di portarci a due passi da casa un impianto che produce cattivo odore e fa convogliare rifiuti a Villa Basilica, senza peraltro garantire nessun ritorno economico”. “Parla anche della questione della pulizia dei boschi dopo la tempesta di vento del 2015. Evidentemente era parecchio distratto in quei giorni di emergenza assoluta, quando i cittadini avevano bisogno di tutto l’aiuto possibile. L’amministrazione ha scelto di far partire l’iter di pulizia delle aree colpite, senza chiedere un solo euro ai cittadini e seguendo alla lettera l’iter previsto dalla legge. Lui era in maggioranza e in quei giorni non ha mai avuto niente da ridire. Anzi, è sempre stato dalla nostra parte. Ora cambia idea, chiaramente senza portare nessuna motivazione”.
“Da Bertilacchi – conclude Ballini – non accetto nessuna lezione di etica o di democrazia. Noi abbiamo ben altre idee per il futuro di Villa Basilica. Noi i rifiuti vogliamo continuare a ridurli, non portarceli in casa. Noi i cittadini vogliamo aiutarli nel momento del bisogno sostenendoli economicamente, non abbandonarli a loro stessi. La strada che abbiamo tracciato in questi anni, e che vogliamo continuare a percorrere, passa dalla crescita del turismo per far sì che a beneficiarne siano quelle piccole attività locali che rappresentano una parte fondamentale della nostra storia e della nostra economia. Passa dalla crescita costante del settore cartario e dell’indotto, che negli anni è aumentato di dimensioni creando nuovi posti di lavoro. Noi abbiamo le idee chiare e alle chiacchiere rispondiamo col duro lavoro svolto sempre al fianco e nell’esclusivo interesse dei cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.