Raid sulle bici in sosta, baby gang nei guai

“Ladri di biciclette” in azione a piazzale Verdi. Un raid vero e proprio di danneggiamenti in pieno centro cittadino ad opera di una banda di ragazzini. Nella nottata tra il 7 e l’8 aprile, circa mezz’ora dopo la mezzanotte, gli agenti della questura cittadina sono stati avvisati da alcune telefonate che una mini banda di ragazzi stava danneggiando, forse anche a scopo di furto, alcune biciclette posteggiate nelle apposite rastrelliere della zona.

All’arrivo della polizia i 5 ragazzini, un maggiorenne e 4 minorenni, avrebbero detto di essere lì solo per svago e per fare due chiacchiere prima di ritornare a casa. Ma gli agenti hanno notato immediatamente a terra pezzi di bici e alcuni arnesi e a seguito di perquisizione anche chiavi inglesi, una piccola tronchese e due pinze. Un sesto ragazzo è sopravvenuto a ritirare la propria bici che risultava danneggiata. Gli agenti hanno sequestrato tutti gli arnesi e due biciclette. Il ragazzo appena maggiorenne e un minorenne sono stati denunciati per porto abusivo di armi improprie (strumenti atti ad offendere) e danneggiamento mentre gli altri tre ragazzini solo per danneggiamento. I minorenni sono stati denunciati e segnalati alla procura dei minori di Firenze e riconsegnati ai familiari che nel frattempo erano stati avvisati dalla polizia. E’ stato ritrovato anche un tirapugni e si sta cercando di risalire ai proprietari delle biciclette.
Al vaglio degli inquirenti anche altre ipotesi di reato commessi dalla mini gang formata da cittadini italiani e di origine straniera. Le indagini sono appena iniziate per capire bene tutti i contorni dell’inquietante vicenda che vede al centro un gruppo di ragazzini un po’ troppo agitati.

v.b.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.