Riapre e festeggia 10 anni il Lu.C.C.A. Museum

Dieci anni di Lucca Museum. Il museo cittadino dedicato all’arte contemporanea che sorge all’interno di Palazzo Boccella, che era chiuso dallo scorso novembre per ristrutturazione, si prepara a festeggiare i primi 10 anni di attività con una grande riapertura che proporrà alla cittadinanza e ai turisti uno spazio ancora più innovativo, contemporaneo e internazionale. Per celebrare questo avvenimento il Lucca center of contemporary art ospiterà, dal 10 maggio al 25 agosto, una mostra dedicata a Fortunato Depero dal titolo Dal sogno futurista al segno pubblicitario.

“Quest’anno per Pasqua ho ricevuto un uovo speciale con dentro un museo tutto nuovo già pieno di opere da far girare la testa – commenta il direttore del museo Maurizio Vanni -. Sono contento di poter continuare l’esperienza lucchese in una struttura che sento sempre più mia e in una città che amo sempre di più”.
Fortunato Depero (Fondo, 30 marzo 1892 – Rovereto, 29 novembre 1960) è stato un pittore, scultore, designer, illustratore, scenografo e costumista italiano. Fu uno dei firmatari del manifesto dell’aeropittura e rappresentante del cosiddetto “secondo futurismo”.
Depero dipingeva dapprima schizzi realizzati in seguito con materiali poveri (fili metallici, vetri, cartoni, carte veline) che racchiudevano il sogno di un’opera d’arte totale, capace di inglobare tutti i linguaggi della ricerca artistica, dalla pittura alla scultura, alla musica, all’architettura. Realizzati con meccanismi capaci di farli muovere, i complessi plastici muovono dalle teorie espresse nel manifesto Ricostruzione futurista dell’universo, poi si immerge nella moda e inizia a usare tessuti stampati dell’optical art, basati su reticoli geometrici bianchi e neri, o della pop art, dai colori sgargianti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.