Casapound: “Da Comune gestione faziosa degli spazi”

Foro Boario, per Casapound il Comune gestisce in maniera faziosa lo spazio pubblico. Sulla polemica scatenata dall’estrema sinistra interviene direttamente il partito che esprime il consigliere comunale Fabio Barsanti.
“Ciò che sta accadendo sulla gestione del Foro Boario – dichiara in una nota CasaPound Lucca – è una cosa comica ed imbarazzante. Da circa sette anni abbiamo le varie sigle dell’estrema sinistra che considerano uno spazio pubblico cosa loro, come dichiarato espressamente a mezzo stampa. Nonostante i vandalismi subiti da quella struttura e il mancato rispetto delle regole di concessione, essi vengono tutelati e coccolati dall’amministrazione Tambellini che fanno finta di contestare. La verità è che estrema sinistra e giunta sono pappa e ciccia”.

“La causa di tutta questa confusione – prosegue CasaPound – è la mala gestione da parte del Comune. Per un evento richiesto il 23 gennaio per il 4 maggio, la risposta ci è arrivata a fine aprile. Prima da chi gestisce la struttura, poi dagli uffici comunali; prima una concessione gratuita, poi a pagamento. Insomma, la richiesta del nostro evento ha fatto venire allo scoperto una gestione in amicizia tra la giunta e l’estrema sinistra di un posto che dovrebbe, invece, essere pubblico. Prova ne è che l’evento per il 25 aprile Aldo dice 26×1, da anni organizzato gratuitamente, solo quest’anno è stato concesso a pagamento. Forse perché la nostra richiesta per il 4 maggio ha fatto venire allo scoperto le contraddizioni?”.
“In questi mesi abbiamo potuto constatare, attraverso l’accesso a molti atti – aggiunge il consigliere di CasaPound Fabio Barsanti – come le sigle dell’estrema sinistra godano di copertura e favoritismi nell’utilizzo del Foro Boario. Iniziative politiche senza pagare ciò che sarebbe dovuto; concerti con vandalismi e orari non rispettati e continue violazioni della convenzione che regola la gestione dello spazio. Dimostreremo tutto e porterò nuovamente la cosa in Consiglio, perché la connivenza dell’amministrazione con chi non rispetta le regole è una vergogna per la quale qualcuno dovrà assumersi la responsabilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.