Rossi: Affidamento gara tpl, si va avanti così

Sull’affidamento “dovuto in termini legali della gestione regionale del servizio del trasporto pubblico locale” ad Autolinee Toscane “si va avanti”. A sottolinearlo dopo le polemiche di ieri è il presidente della Regione, Enrico Rossi.

“Prima i Comuni ci hanno chiesto di fare la gara e di metterci i soldi (dalla Regione circa 75 milioni all’anno) – commenta ancora il presidente -, poi, siccome le loro aziende rischiano di aver perso ci chiedono di star fermi e di non procedere come da contratto già stipulato. Capiamo che ci sono le elezioni ma a tutto c’è un limite. Noi andiamo serenamente avanti. Siamo convinti che la stragrande maggioranza dei cittadini ambisca ad avere un servizio ancora piū qualificato ed aspetti di salire sugli oltre 2000 mezzi nuovi che devono essere forniti dal vincitore della gara”.
Anche l’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli sostiene la correttezza dell’operato della Regione. Secondo l’assessore “chi parla di forzature non conosce atti e procedure. L’assegnazione, spiega, è un atto dovuto, indispensabile per poter far riprendere quel percorso di attività propedeutiche alla successiva firma del contratto. Non procedere sarebbe stato, quindi, un venir meno ad una correttezza amministrativa che la Regione, con coerenza, ha sempre seguito fino ad oggi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.