Sostegno ai disoccupati, approvata la mozione di Sinistra con Tambellini

Il Consiglio comunale ha approvato la mozione presentata dal gruppo di Sinistra con Tambellini per aiutare il rientro nel mercato del lavoro delle persone che sono in difficoltà. L’obiettivo è di offrire un sostegno concreto nei confronti dei problemi occupazionali, che colpiscono in misura particolarmente rilevante le fasce sociali più deboli, creando occasioni di lavoro per le cooperative sociali, che impiegano al loro interno persone svantaggiate e in difficoltà.

E’ la proposta avanzata dalla mozione presentata dal gruppo di Sinistra con Tambellini (formato dal capogruppo Daniele Bianucci e dai consiglieri Pilade Ciardetti e Francesco Lucarini) e che è stata approvata, col voto favorevole anche di parte dell’opposizione, durante l’ultima riunione del Consiglio comunale. “Le cooperative sociali di tipo B, secondo la legislazione vigente, devono occupare al proprio interno almeno il trenta per cento di lavoratori svantaggiati ed in difficoltà – sottolinea il consigliere Daniele Bianucci – Svolgono, quindi, un ruolo sociale innegabile, che a nostro avviso deve essere salvaguardato e potenziato, con tutti gli strumenti possibili. Per questo, con la nostra mozione, approvta dal Consiglio comunale, abbiamo chiesto all’Amministrazione di definire annualmente, in sede di approvazione del programma biennale di acquisizioni di beni e servizi, le tipologie e le quantità che possono essere appaltate alle cooperative sociali: promuovendo ed incentivando l’adozione di tale pratica anche da parte delle aziende partecipate dal Comune di Lucca, attraverso opportune azioni di sensibilizzazione ed informazione da parte degli uffici competenti. E’ un’azione, questa, che forse non ha caratteristiche macroeconomiche; ma che, a nostro avviso, può offrire un aiuto importante a tante persone del nostro territorio che sono in difficoltà, e che potranno finalmente riaffacciarsi all’interno del mercato del lavoro: dal quale, in molti casi, sono espulsi da tempo. La valorizzazione – continua il consigliere Bianucci – del ruolo delle cooperative sociali di tipo B è un percorso avviato da tempo sia a livello regionale, sia dal nostro Comune: che in tal senso ha già adottato, tre anni fa, una deliberazione di giunta, che mira in tale direzione. Attraverso la nostra mozione, abbiamo adesso voluto dare gambe operative a questo impegno. Individuando, in particolare nel momento della pianificazione annuale delle attività del Comune e delle aziende partecipate, una fase di confronto e progettualità: durante il quale si rifletta su quali sono le azioni che possono essere svolte dalle cooperative; e sostenendo così l’occupazione di chi è più in difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.