Blocco studentesco, volantinaggio contro “l’Europa federale e senza identità”

“A due settimane dalle elezioni europee, gli studenti hanno partecipato ad un incontro di propaganda a senso unico pro Unione Europea e contro la sovranità degli Stati nazionali. Non è così che si formano le opinioni: così si fa solo il lavaggio del cervello”. Questa la posizione di Blocco Studentesco, associazione vicina a CasaPound, che questa mattina (11 maggio) ha effettuato un volantinaggio davanti al cinema Astra per protestare contro un incontro organizzato dal Movimento federalista europeo.

“Gli studenti – si legge in una nota – sono ostaggio di eventi politicizzati che annullano ogni dibattito. Dopo la propaganda pro global-compact e gli spettacoli di Brinzi sui migranti, ora è il turno del sermone a senso unico sull’Unione Europea e contro le forze politiche identitarie”.
“Questa iniziativa si associa agli innumerevoli eventi realizzati durante l’anno scolastico per formare a senso unico una coscienza ed una visione politica degli studenti – prosegue la nota -. Eventi che hanno trattato vari argomenti ma sempre con una analogia: presentare i problemi da un unico punto di vista, non portando nessun contraddittorio”.
“Abbiamo voluto protestare contro questo lavaggio del cervello ma anche contro il messaggio antinazionale propagandato – conclude Blocco Studentesco – citando l’articolo 52 della Costituzione: ‘La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino’. Per ricordare ai professori e far conoscere agli studenti come i concetti di Nazione, sovranità e confini siano difesi dal nostro ordinamento giuridico. Le posizioni a favore degli Stati nazionali sovrani sono quindi insite nel nostro ordinamento, e le uniche possono salvare l’Europa dallo strapotere delle multinazionali e dalla perdita di identità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.