CasaPound, mozione per introdurre il baratto amministrativo

Sconti su tasse comunali in cambio di manutenzione del territorio da determinarsi con un apposito regolamento. È la proposta sul cosiddetto Baratto Amministrativo del consigliere luccese di CasaPound, Fabio Barsanti, che verrà discussa domani (17 maggio) in commissione sociale. “La manutenzione del territorio – dichiara Barsanti – è un problema di molte Amministrazioni, tra cui la nostra. Riguarda sopratutto le frazioni più lontane dal centro storico, troppo spesso lasciate all’abbandono e, sovente, salvate soltanto dall’intervento dei cittadini privati. Ciò che propongo è che il Comune vada incontro a questi operosi cittadini o che ne incentivi un numero sempre maggiore attraverso lo strumento del baratto amministrativo”.

“Il baratto amministrativo – prosegue il consigliere di CasaPound – consiste nel concedere sconti o sgravi sulle tasse comunali (Tasi e Tari) in cambio di queste opere di manutenzione del territorio: pulizia di canali, fossi, zanelle, sfalcio di erba e altro. Nella mozione chiedo che il Comune si doti di un regolamento che disciplini metodologie e applicazione, tetto massimo di riduzione per ogni singolo cittadino o gruppi di cittadini o associazione e tutti questi criteri in base alle quali possano essere presentate richieste o progetti relativi a interventi di pulizia, riqualificazione, manutenzione o altre opere. Il baratto amministrativo è già realtà in diverse amministrazioni comunali – conclude Barsanti – e prende spunto dall’articolo 24 del cosiddetto decreto Sblocca Italia. Uno strumento che può essere utile per ovviare all’annoso problema della manutenzione del territorio e che può tornare utile a chi, per motivi economici, possa avere bisogno di uno sconto sulle tasse comunali.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.