Da Tenco a Capossela, amore in musica al Caffè delle Mura foto

I poeti dell’amore perduto fanno capolino nel cuore di Lucca. Galeotto fu il Caffè delle Mura che ormai da tempo organizza venerdì sera all’insegna del jazz, grazie ad una collaborazione con il circolo del jazz di Lucca, che proseguirà con appuntamenti da non perdere anche sull’esclusiva terrazza all’aperto del locale. Ieri sera (17 maggio) il nuovo successo firmato dalla voce e dal fluttuo di Laura De Luca, dalla chitarra di Meme Lucarelli, da Andrea Pacini alle percussioni e da Alessio Bianchi (tromba e flicorno).

Nel ristorante gestito dalla famiglia Barsotti, ha preso vito un excursus sulla musica dei grandi cantautori e dei più noti interpreti della scuola musica genovese. E la serata è stata un crescendo, grazie alle parole e alla musica di Fabrizio De André, Luigi Tenco, Gino Paoli, Samuele Bersani, Vinicio Capossela e tanti altri. Un viaggio musicale, dunque, anche nell’amore – quello intenso, straziante e passionale e spesso perduto.
Grandi classici hanno fatto da colonna sonora alla serata: da Amore che vieni, amore che vai, La ballata delle vanità, Vedrai vedrai, Lontano lontano, a Giudizi universali, Io so che ti amerò e molti altri, riarrangiati in chiave moderna, con qualche tocco di folk e jazz.
Il gruppo che si è esibito ieri sera è composto da apprezzati musicisti che suonano insieme da sempre, ognuno con i suoi percorsi stilistici e le proprie esperienze, uniti dalla passione per la musica d’autore italiana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.