Caos pronto soccorso, ordine medici si rivolge a legali

Disagi al pronto soccorso, continua la polemica. Ad esprimere il proprio malumore, questa volta, è proprio l’ordine dei medici di Lucca che ha raccolto – ormai da alcuni anni – il forte disagio dei colleghi che operano all’ospedale San Luca a causa della cronica carenza di organico. Ordine dei medici che si è rivolto al proprio consulente legale per valutare se esistano o meno condizioni di responsabilità nella situazione di disagio che si è venuta a creare nel settore emergenza urgenza del San Luca.

Il problema principale è la carenza di personale che “costringe a turni di lavoro massacranti ed usuranti – scrive l’ordine dei medici – in un sistema organizzativo che, a detta degli stessi non valorizza, ma anzi mortifica la professionalità dei singoli, per di più esponendoli a pesanti responsabilità. Tutto ciò si ripercuote sui pazienti per quel che concerne il processo assistenziale e di cura. Fa piacere – si legge ancora nela nota – che il direttore di dipartimento dichiari apertamente tale situazione e ne prenda atto; la soluzione non dipende soltanto da provvedimenti tampone, ma anche dalla riorganizzazione del servizio, dalla disponibilità effettiva dei posti letto, dal potenziamento della medicina territoriale, grande risorsa mai pienamente valorizzata. Di fronte all’ennesima denuncia dei colleghi del pronto soccorso che hanno evidenziato criticità sotto l’aspetto organizzativo, l’ordine – conclude – ha attivato il proprio consulente legale per verificare se vi siano il siffatta situazione aspetti configuranti profili di responsabilità; del pari ha attivato la commissione disciplinare interna per valutare eventuali violazioni del codice deontologico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.