Lucca Medievale, consigliere centrodestra: “No alle sagre in centro”

Lucca Medievale, non si placa la polemica sullo spazio enogastronomico allestito per l’occasione. A parlare, dopo Confcommercio, sono le consigliere di centrodestra.
“Da un lato si fa finta di imporre delle regole – dicono Borselli, Consani e Testaferrata – dall’altro si permettono iniziative che snaturano e declassano la città: con questa giunta non c’è mai fine al peggio. Un’iniziativa che ha avuto lati positivi ma uno molto negativo, con la trasformazione di parte dell’evento in una sagra nel centro storico – spiegano le tre esponenti del centrodestra – Il nostro intervento è soprattutto legato all’utilizzo improprio che si fa di spazi e luoghi all’interno dell’area monumentale, non certo in linea con la loro valorizzazione. Una critica che non ha direttamente a che vedere con quella mossa dalle categorie economiche che, seppure condivisibile, sanno sicuramente difendersi da sole. Qui è in gioco proprio il saccheggio della città, la mancata tutela di aree che dovrebbero essere preservate e vengono invece continuamente messe alla prova con scelte discutibili”.

Aggiungono le tre esponenti dell’opposizione: “Si è dato il contentino ai ristoratori con la moratoria che impedisce l’apertura di nuove attività nel centro storico, anche se il provvedimento non sembra tuttavia avere grande efficacia in quella che è già diventata una mangiatoia a cielo aperto, poi si autorizzano eventi sugli spalti trasformandoli in vere e proprie sagre, con vendita e somministrazione di prodotti a prezzi ridotti rispetto a quelli di mercato. Un attacco al decoro delle Mura, il simbolo per eccellenza di Lucca, l’ennesima riprova dell’incapacità dell’amministrazione Tambellini a gestire questa materia, come le recenti difficoltà per le regole sulle autorizzazioni dei due concerti del Summer Festival sugli spalti e non solo. Siamo di fronte ad una sciatteria che ha dell’incredibile: invitiamo il sindaco e la giunta a porre fine a questo comportamento irrispettoso per l’immagine di Lucca, a rientrare nei binari e dare lo stop una volta per tutte a questo andazzo che dimostra ancora una volta come la situazione sia fuori controllo, con una mancanza di strategia che alla lunga rischia di compromettere il processo di crescita all’insegna della qualità che Lucca si merita, e sul quale tutti dobbiamo impegnarci”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.