Violenza sessuale sulla figlia, padre a processo

Padre rinviato a giudizio per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti della figlia. Il 3 ottobre il 65enne lucchese dovrà presentarsi in aula e difendersi dalle gravi accuse degli inquirenti cittadini nella fase dibattimentale del procedimento giudiziario a suo carico.

Una storia molto delicata e complessa quella al centro del processo che vede coinvolti un padre 65enne e la figlia 40enne, entrambi di Lucca. Gli inquirenti hanno richiesto e ottenuto dal gup del tribunale di Lucca, nei giorni scorsi, il rinvio a giudizio per entrambi, ipotizzando per la figlia il reato di calunnia e per il padre violenza sessuale aggravata e continuata. Dalle ipotesi investigative sarebbe emersa l’ipotesi di calunnia per la 40enne perché circa due anni fa aveva denunciato il padre per averla minacciata con una pistola, circostanza che sempre secondo l’accusa non corrisponderebbe al vero. Ma da altre indagini più accurate sarebbe emerso anche un quadro, sempre secondo l’accusa, molto fosco e terribile, di anni e anni di soprusi, abusi e violenze sessuale a carico del padre che avrebbe per anni costretto la figlia ad avere rapporti sessuali di vario genere e tipo con lui, e in diversi periodi in un lasso di tempo molto ampio, dal 1986 al 2017. Ipotesi gravissime che secondo l’accusa avrebbero poi spinto la figlia a denunciare il padre per un episodio pare mai avvenuto come sfogo per una situazione tremenda che l’avrebbe dilaniata per anni. Insomma una situazione familiare drammatica per gli inquirenti che ora vorrebbero far piena luce sugli episodi al centro del delicato procedimento giudiziario. Padre e figlia lavoravano insieme alla rivendita commerciale di famiglia e sono comunque state prese tutte le cautele necessarie anche di tipo medico nel frattempo che si chiarisca la vicenda da un punto di vista processuale. Ad ottobre il processo per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti del padre della vittima.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.