Rifiuti speciali abbandonati, 2 imprenditori nei guai

Oltre 200 tonnellate di rifiuti speciali tra i quali imballaggi misti, Raee (rifiuti da apparati elettrici ed elettronici), vernici, adesivi e sigillanti sono stati rinvenuti abbandonati in aree limitrofe ad alcuni cantieri nautici della Versilia dai carabinieri del Noe che hanno poi denunciato due imprenditori del settore. I controlli sono scattati dopo una segnalazione raccolta dalla polizia municipale di Massarosa.
I rifiuti, ritenuti scarto dell’attività di cantieristica nautica erano stati abbandonati, nel corso del tempo, sia all’interno di alcuni capannoni, sia in aree non autorizzate esposte all’azione degli agenti atmosferici.

L’indagine è stata svolta dal Noe fiorentino in collaborazione con la municipale di Massarosa e con l’Arpat della Versilia. Smaltimento illecito e deposito incontrollato di rifiuti speciali le ipotesi di reato contestate ai due
imprenditori. Dall’inizio dell’anno, si spiega ancora, sono oltre 100 i controlli preventivi nel settore della gestione dei rifiuti, operati in tutta la Toscana dai Noe di Firenze e Grosseto, con 20 persone deferite alle autorità giudiziarie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.