Amore&Vita al via con ambizioni al Gp Gippingen in Svizzera

Continua il momento favorevole per gli atleti di Amore & Vita-Prodir. Infatti, dopo gli ottimi piazzamenti nella top ten di dieci giorni fa in Francia e quello dello scorso week-end a Lugano, sempre con Marco Tizza, il team diretto da Volodymyr Starchyk e Roberto Marchetti, sarà domani (13 giugno) al via, in cerca di risultato, in un’altra importantissima gara in Svizzera di categoria 1.HC: il Grand Prix du Canton D’Argovie, più comunemente conosciuto come Gippingen.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati fino ad oggi ottenuti – spiega il manager Cristian Fanini – domenica a Lugano siamo andati davvero forte con Marco Tizza nei primi dieci e Pierpaolo Ficara nei 15. Sono risultati assolutamente degli di nota e di prestigio perché Lugano è una corsa durissima e i campioni al via non avevano certo bisogno di presentazione. Dal vincitore Ulissi, a Nibali, Aru, Chavez, Pogacar, tutti atleti provenienti e vittoriosi (apparte Aru che era al rientro alle competizioni) dal Giro d’Italia e dall’altra gara World Tour, Giro di California. Pertanto siamo davvero contenti e consapevoli che un successo a questi livelli può essere alla nostra portata. Adesso ci aspetta Gippingen, dove lo scorso anno conquistammo un undicesimo posto. Oggi con gli atleti che abbiamo a disposizione, partiamo sicuramente per migliorare questo risultato. Infine voglio ringraziare il sig. Giorgio Pagani (Prodir e Premec) per essere stato presente alla corsa di Lugano, insieme a Samuele Della Ripa. La loro presenza per noi è stata davvero importante, proprio come quella di Stefano del Croce e gli altri sponsor al nostro seguito”.
Al via del Grand Prix Canton d’Argovie ci saranno Marco Tizza e Pierpaolo Ficara entrambi in ottima condizione e che punteranno senza mezzi termini ad un risultato di prestigio, insieme a loro saranno schierati Danilo Celano, Marco Bernardinetti, Viesturs Luksevics, Kaspars Sergis ed il giapponese Yukinori Hishinuma, che torna a vestire la maglia di A&V dopo due anni in squadre giapponesi.
“E’ il ritorno del samurai – commenta patron Ivano Fanini – Questo ragazzo è arrivato da noi giovanissimo nel 2014 ed è rimasto con la nostra formazione per tre stagioni. Dopo di che è tornato nel suo paese per problemi personali, correndo in team continental nipponici. Ma Tokyo 2020 è alle porte e il suo sogno è quello di difendere il proprio paese ai giochi olimpici che si svolgeranno proprio sulle strade di casa, quindi in accordo con Shinagawa Tekkojo, abbiamo deciso di permettergli di prepararsi al meglio in Europa ancora con la nostra squadra. Yuki è un ragazzo molto umile e serio, e come tutti i giapponesi fa le cose da vero professionista. Negli anni precedenti era troppo giovane e aveva trovato diverse difficoltà a questi livelli ma ora siamo certi che la storia sarà diversa e Yuki potrà dare un buon contributo alla nostra squadra e soprattutto sarà in grado di ottenere i risultati utili ad essere selezionato tra i 15 atleti che poi verranno scelti il prossimo anno per le olimpiadi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.