Botte a convivente e carabinieri: in manette

Pugni al volto della convivente, mentre questa aveva anche in braccio il proprio bambino, poi aggredisce i carabinieri. È finito per questo in manette a Stazzema un 47enne, già noto alle forze dell’ordine.
L’animata lite in una via di fronte all’abitazione comune non è passata inosservata ad un carabiniere che, libero dal servizio, si trovava a transitare da là e non ha esitato a intervenire cercando di calmare gli animi. In tutta risposta, però, l’uomo lo ha prima aggredito verbalmente e, successivamente, brandendo un’ascia che si era procurato nella propria abitazione, raccoglieva anche un grosso sasso e glielo scagliava contro, fortunatamente senza colpirlo.

Il militare quindi ha allertato subito la centrale operativa della compagnia carabinieri di Viareggio, richiedendo dei rinforzi che, in breve tempo, sono arrivati sul posto. L’uomo, nel frattempo, continuava a rivolgersi con tono minaccioso anche nei confronti dei carabinieri appena intervenuti opponendo resistenza, spintonando i militari e rifiutandosi di consegnare l’ascia, nel frattempo nascosta.
Con non poche difficoltà, i carabinieri sono riusciti a bloccare l’uomo, dichiarandolo in stato di arresto per i reati di minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo è stato anche sottoposto a perquisizione domiciliare, nel corso della quale è stata rinvenuta l’ascia che poco prima aveva utilizzato per le minacce. 
Al termine delle formalità di rito è stato sottoposto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione di sua proprietà, in attesa dell’udienza di convalida che si è svolta questa mattina al tribunale di Lucca e si è conclusa con la convalida dell’arresto con richiesta dei termini a difesa e la sottoposizione del soggetto all’obbligo di firma tutti i giorni. La donna non ha denunciato il fatto.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.