Moda, Cna: “Una filiera per il made in Lucca”

Più informazioni su

Creare a Lucca una filiera del made in Italy tra aziende, imprese e conto terzisti. E’ questo l’obiettivo di Cna che al riguardo organizza un incontro ad hoc per il prossimo 4 luglio alle 17 alla sede lucchese. Del resto il comparto moda per Lucca è un settore strategico che dà lavoro e produce reddito – spiega Cna -: calzaturiero, tessile, abbigliamento, pelli occupano oltre il 10% delle unità di lavoro ed il comparto copre circa il 20% delle esportazioni di beni.

“E’ nei laboratori degli artigiani toscani che si realizzano le eccellenze del Made in Italy, ma proprio gli artigiani e le piccole imprese sono l’anello debole della filiera produttiva della moda: sono loro, le aziende conto terziste toscane, che subiscono contratti di subfornitura sotto costo, che si vedono sottrarre le maestranze da loro formate nel tempo – spiega Cna -. Inoltre subiscono la concorrenza sleale di chi impiega manodopera a costo bassissimo e la fa lavorare in strutture non adeguate, fattori che incidono sul prezzo del prodotto”.
Per superare queste difficoltà la Cna Federmoda propone di creare una filiera fra istituzioni, griffe, artigiani contoterzisti, per progettare il futuro del Made in Italy.
La proposta è di creare insieme agli altri attori coinvolti, a partire dalle grandi griffe, gli artigiani conto terzisti e le istituzioni, una filiera basato sul prodotto italiano, che sappia rilanciare il saper fare, tramite una serie di proposte sulla promozione, la formazione, la qualità e il credito, da sottoporre alle istituzioni regionali, al fine di sviluppare occupazione.
Per parlarne con le imprese stesse del settore Moda, la Cna di Lucca ha organizzato un’assemblea di martedì nella sede dell’associazione in via Romana.
All’incontro sarà presente Barbara Benatti (coordinatrice regionale Cna Federmoda), Marco Pasquinelli (portavoce provinciale Cna Federmoda) e Sabrina Mattei (vice presidente Cna Lucca).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.