Docenti, ecco le graduatorie scolastiche provvisorie

Non c’è stata “l’invasione” degli ultimi trienni, ma la provincia di Lucca resta in Toscana fra le più appetibile dai docenti, precari e non. Ma sulle graduatorie scolastiche ad esaurimento per gli insegnanti sono state pubblicate negli ultimi giorni dall’ufficio scolastico provinciale saranno fatte ulteriori “scremature”, prima che da provvisorie diventino ‘definitive’ ai fini dell’assegnazione delle cattedre nelle scuole (Clicca qui).

Si entra nel vivo dell’aggiornamento triennale per gli anni scolastici dal 2019 al 2022: “E’ stato richiesto – spiega la dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, Donatella Buonriposi – di procedere con la pubblicazione di graduatorie provvisorie sulle quali adesso inizierà un lavoro di cernita e controllo per giungere ad una situazione ulteriormente aggiornata per procedere poi con le convocazioni”.
Restano da dipanare ancora diversi nodi, come quello degli inserimenti con riserva nelle graduatorie: un caso è costituito dagli insegnanti con diploma magistrale conseguito dopo il 2001 che hanno pendenti ricorsi alla giustizia amministrativa, dopo che il Miur con decreto ha dato l’indirizzo di escludere questi profili dalle Gae. Non solo. C’è anche la questione degli insegnanti in discipline tecnico pratiche che possono, allo stato, avere accesso anche alle supplenze per le cattedre del sostegno. “Abbiamo riscontrato un certo malumore da parte di insegnanti che si sono specializzati proprio nel sostegno – conferma Buonriposi – e che stanno segnalando questa situazione, che come ufficio scolastico cerchiamo di affrontare”.
Gli inserimenti da altre province o Regioni sembrano comunque essere stati più contenuti: “Ma la provincia di Lucca – osserva la dirigente dell’Ust – rimane una delle aree più appetibili”.
Con le convocazioni si inizierà dalle immissioni in ruolo, ma il “contingente” preciso di insegnanti che saranno assunti a tempo indeterminato non è ancora disponibile. Lo comunicherà a breve l’ufficio scolastico regionale. Il motivo del prolungamento dell’attesa è dovuto al fatto che soltanto negli ultimi giorni è stata conclusa la fase della mobilità: le liste e gli elenchi dei posti disponibili saranno aggiornate sulla base degli spostamenti dei docenti e faranno poi da “canovaccio” per le assegnazioni dei posti di ruolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.