Canali Trebbiano e Fillungo, chiesti fondi per le opere

Si cercano fondi per far partire due importanti cantieri a canali del territorio. Il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord ha già stanziato 130mila euro, come somma del cofinanziamento previsto dalla legislazione vigente. Adesso, la richiesta alla Regione è di finanziare gli altri 390mila euro che servono per partire nella realizzazione dei lavori per la messa in sicurezza del canale Trebbiano; e i 60mila euro, indispensabili per completare la progettazione delle opere di adeguamento del canale Fillungo.

E’ la domanda che il sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto e il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi, con una lettera congiunta, hanno avanzato al settore prevenzione del rischio idraulico e idrogeologico della Regione.
“Già nel 2016, il Consorzio ha approvato il progetto esecutivo per l’adeguamento del canale Trebbiano, fra via Mincio e via Macchia Monteggiorini, a Lido di Camaiore – scrivono Del Dotto e Ridolfi, nella missiva –. Tale intervento è stato individuato come prioritario, in funzione dell’elevato rischio di allagamento, in un territorio densamente abitato; l’ente consortile ha richiesto il finanziamento alla Regione, già a partire dal bando del documento operativo per la difesa del suolo del 2015, rinnovando tale richiesta anche negli anni successivi. Sempre nel Comune di Camaiore, nella frazione di Capezzano Pianore – prosegue la nota congiunta – insiste un altro corso d’acqua denominato Fillungo, appartenente al reticolo di gestione e di acque basse della bonifica del Baccatoio. Il rio è stato oggetto di varie esondazioni negli ultimi anni, a causa della sua insufficienza dimensionale. Occorre pertanto provvedere ad un suo adeguamento, in modo da renderlo idoneo a contenere le portate. Gli uffici dell’Ente consortile hanno in questo caso provveduto a predisporre la scheda prevista, per accedere al finanziamento della progettazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.