Senatore Ferrara: “Subito revoca cavalierato a ex ad di Rfi, Moretti”

“La politica non può attendere il terzo grado di giudizio, a Mauro Moretti va immediatamente revocata l’onorificenza del Cavalierato del Lavoro”. Commenta così il senatore Gianluca Ferrara, viareggino d’adozione, la sentenza di secondo grado che condanna a 7 anni l’ex ad di Rfi. Una dichiarazione fatta durante la conferenza stampa alla presenza del presidente della commissione lavori pubblici, Mauro Coltorti, del capogruppo del M5S al Senato Stefano Patuanelli, del direttore dell’Agenzia mazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture Alfredo Principio Mortellaro e del presidente dell’associazione Il mondo che vorrei Onlus, Marco Piagentini.

Durante la conferenza si è affrontato il tema dell’efficienza delle reti ferroviarie, troppo spesso teatro di incidenti dovuti ai minori investimenti in sicurezza, ma soprattutto all’aumento della velocità dei trasporti. Secondo Marco Piagentini “ancora oggi, convogli che trasportano merci pericolose, sfrecciano nei centri abitati a 120 km/h e costituiscono un vero e proprio pericolo alla sicurezza dei cittadini che abitano nelle aree limitrofe alle stazioni ferroviarie”. Secondo il presidente dell’Ansfisa, Alfredo Mortellaro “Lo Stato deve assumere il ruolo di controllore a livello centrale, non possiamo più lasciare che la manutenzione dipenda da un mercato che si autoregola. Questo è il mio impegno”.
La delegazione si è poi recata ad un incontro con il ministro dei trasporti Danilo Toninelli, in cui è discusso di una serie di misure concrete da mettere in campo per aumentare la sicurezza dei passeggeri, dei lavoratori e dei cittadini che vivono nei pressi delle infrastrutture ferroviarie. Il ministro ha risposto prendendosi un impegno concreto per verificare tra un anno, in un nuovo incontro con il comitato a Viareggio, l’effettiva applicazione delle direttive sulla sicurezza, a partire dalle misure urgenti ancora non attuate segnalate dallo stesso comitato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.