Croce Rossa trasloca: ok alla nuova sede

E’ fatta: la Croce Rossa di Lucca si trasferirà nella nuova sede dell’ex oleificio Bertucci in via di Tiglio a Lucca. Un trasloco atteso da oltre trenta anni e finalmente è arrivata l’ufficialità. Si è concretizzato l’acquisto da parte della Cri di Lucca della nuova sede per il Comitato lucchese. Con atto del notaio Manuele Stella rogitato nella sala Buttiglione del comitato di Lucca si è proceduto al passaggio di proprietà dell’immobile situato in via di Tiglio a San Filippo (ex Oleificio Bertucci) dagli attuali proprietarii alla Croce Rossa Italiana. Presenti per la firma i signori Bertucci e la signora Cervelli e per la Cri il segretario generale Fabio Ronzi.

Grande soddisfazione ed anche commozione al fatidico passaggio delle chiavi nelle mani del presidente del comitato di Lucca Enzo Fasano: “E’ inutile nascondere la lacrime, ci sono. A riprova di quanto tenessi nel mio mandato a dare una casa per tutti i volontari di Lucca che aspettavano da oltre trenta anni. Ringrazio prima di tutto il presidente della CRI nazionale Francesco Rocca che ha creduto nel lavoro dei volontari di Lucca premiandoli quindi con l’acquisto della sede. Grazie al Segretario Ronzi e al segretario Regionale Pasquale Morano che hanno lavorato per portare a termine questo atto che ha trovato molti ostacoli e cavilli ma che alla fine ci premia per l’impegno. Il grazie più grande va ai volontari che quotidianamente si spendono per la cittadinanza in modo operoso, silenzioso e professionale. Stanotte non ho dormito ma da oggi possiamo guardare con più fiducia e rinnovato impegno al futuro della Cri di Lucca”.
Il compromesso per l’acquisto era stato siglato a metà gennaio scorso e ci sono voluti ben sei mesi per limare una serie di cavilli e normative burocratiche che impedivano di fatto la cessione. “un grazie anche allo studio tecnico Cinelli e allo studio Romanini – prosegue Fasano – che hanno lavorato instancabilmente, fino a stamani perchè si arrivasse al termine di questo percorso pieno di ostacoli e burocrazia e ai fratelli Bertucci e alla sig. Cervelli per aver pazientato fino ad oggi”.
L’immobile consta di un capannone di oltre 600 metri quadrati che insiste su un terreno di circa 3000 metri quadri dove saranno necessari lavori di ristrutturazione e adeguamento tecnico ma questo non spaventa certo i volontari abituati fino ad ora a “vivere” il loro servizio di volontariato in moduli prefabbricati nel Campo delle Tagliate.
Al termine brindisi augurale e grida di gioia per una meta raggiunta che darà nuova energia al Comitato e sarà sicuramente un trampolino di lancio per tutte le attività della Cri di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.