Vcs: “Basta con gli eventi sugli spalti”

Concerti del Summer Festival sugli spalti, il comitato Vivere il Centro storico va all’attacco e afferma: “Eventi del genere, come del resto quelli dei Comics sono vietati”. “Le Belle Arti impongono un, per noi sacrosanto, obbligo di ripristino immediato degli spalti ed ecco che l’amministrazione chiede un ripensamento come si fa nelle borgate più popolari – affermano da Vcs -. Forse il sindaco e chi gli sta d’intorno non si rende conto del bene monumentale con cui ha a che fare e magari, restare nel suo palazzo incantato dove gli unici rapporti con l’esterno consistono nelle riunioni con alcune associazioni del commercio, gli fa perdere il controllo della situazione”.

“Nell’accordo vigente c’è scritto che gli spalti del Balilla sono a disposizione del Summer Festival gratuitamente e quindi Lucca non ci guadagna nulla, anzi spende centinaia di migliaia di euro per pagare servizi che in tutte le parti del mondo vengono pagati dall’ organizzatore, mentre a Lucca li pagano i cittadini. Non solo qualsiasi sindaco avrebbe innanzi tutto fatto pagare il suolo, ma allo stesso tempo avrebbe imposto il ripristino immediato degli spalti, senza farselo suggerire. Ci sembra paradossale che il sindaco dia per scontato che il Summer festival ed i Comics debbano continuare ad essere fatti al Campo Balilla, la legge lo vieta e solo la violazione di questa potrebbe consentirlo, con tutte le conseguenze che si verrebbero ad originare. A Modena hanno preso 30 milioni dalla Comunità Europea per fare il teatro di Pavarotti. Non sappiano come sarà però siamo certi che non ci sarà il problema del ghiaino da portare via. A Modena c’è una Amministrazione che opera nell’ interesse della cittadinanza e svolge la sua mansione con professionalità ed imparzialità ignorando quelle associazioni che per un panino in più non esiterebbero a distruggere la città. Come è lontana Modena da Lucca. Si percorra senza tentennamenti la via maestra: chi ne ha il potere dica no e lo motivi sulla base delle disposizioni della normativa vigente; chi contesta quel no avanzi giudizialmente le proprie. Ci sarà un giudice…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.