“Sapore di mare”, al bagno ‘Il Cavallone’ si proietta il film di Vanzina restaurato

Più informazioni su

Ad un anno dalla scomparsa del regista Carlo Vanzina, torna sul grande schermo, in versione restaurata, il film cult del regista romano, Sapore di mare. Per l’occasione, le attività di Mediateca Toscana (Fondazione Sistema Toscana) si spostano in Versilia, dove Sapore di mare sarà proiettato, domani (20 luglio), alle 22, direttamente in spiaggia, nello stabilimento balneare Il Cavallone (viale Bernardini 722) di Lido di Camaiore, dove il film è stato girato.

Il restauro della pellicola è stato realizzato dalla Cineteca di Bologna e alla Dean film, partner dell’evento, a partire dai negativi, immagini e suono originali, riportati a nuova vita nel laboratorio dell’Immagine Ritrovata. E sarà l’unica apparizione in Toscana, quella di sabato 20 luglio, allo stabilimento balneare di Lido di Camaiore, per l’iconica commedia sull’estate anni Sessanta, che racconta la storia di un gruppo di ragazzi in vacanza a Forte dei Marmi, con le loro avventure e i loro amori. La proiezione – in linea con la rassegna Cinemare Versilia che si svolge già da qualche anno sulla costa toscana – sarà del tutto speciale, godibile con i piedi nella sabbia e lo schermo posizionato di fronte al bagnasciuga, che si accende quando la luce naturale dei magici tramonti versililesi si attenua: a precederla sarà l’incontro con il fratello di Carlo, lo sceneggiatore Enrico Vanzina, con l’attore Enio Drovandi e con Adriano De Micheli, della società di produzione Dean Film. Su prenotazione, si potrà anche cenare in zona riservata con menù a prezzo fisso e vedere comodamente il film seduti a tavola. L’appuntamento, organizzato da Mediateca Toscana (Fondazione Sistema Toscana), Cineteca di Bologna, Cinemare Versilia e il Bagno Il Cavallone, in collaborazione con Lucca Film Festival-Europa Cinema, il Consorzio di Promozione Turistica della Versilia e Fondazione Carnevale di Viareggio, ripropone con forza il connubio cinema-turismo, che rappresenta un asset importante per l’intera Toscana: “La nostra regione e la Versilia in modo particolare – sottolinea Laura Botarelli, titolare dello stabilimento che ospita la proiezione – sono da sempre un set naturale: tantissimi registi italiani e internazionali hanno scelto questi territori per i loro film e noi, oggi, rendiamo omaggio a uno di loro e invitiamo tutti a riscoprire quei luoghi e quegli scorci dai quali, così sapientemente, nel 1983 Carlo Vanzina raccontò un pezzo di vita italiana”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.