Turista muore travolto sugli spalti da furgoncino foto

Una tragedia che si è consumata in pochi secondi. In quello che doveva essere un momento di vacanza e di relax in una delle più belle città d’Italia. E invece per un turista olandese di 48 anni Lucca è stato il luogo dove ha incontrato il suo destino fatale.
È morto in serata, poco prima del trasferimento d’urgenza dall’ospedale San Luca a Cisanello. Poco dopo le 16 era stato schiacciato da un furgoncino in manovra mentre era seduto (o sdraiato) nelle vicinanze di un marciapiede ai limiti degli spalti delle mura. A riposare, a prendere il sole, a rilassarsi, come tutti i turisti fanno dopo una mattinata di cammino.
Il veicolo, guidato da una donna, mentre era in manovra e secondo una dinamica che solo la polizia municipale potrà acclarare con certezza dopo i rilievi, non si è accorto della presenza della persona e lo ha travolto, schiacciandolo. Una tragica fatalità, a due passi da una delle porte più frequentate della città, che ha provocato l’incredibile tragedia.

 

Sul posto, dopo l’allarme dato da coloro che hanno assistito alla tragica scena alla centrale unica del 118, l’ambulanza con infermiere a bordo della Misericordia di Lucca che ha trasportato d’urgenza il pedone travolto, in codice rosso, all’ospedale San Luca di Lucca da dove, vista la gravità delle condizioni, si era deciso di condurlo con l’elisoccorso all’ospedale di Cisanello a Pisa. Una corsa contro il tempo che, però, non è servita a salvare la vita all’uomo. L’uomo è morto al nosocomio lucchese quando si stava apprestando il trasferimento.
Nel frattempo gli agenti della polizia municipale procedevano ai rilievi sul posto, ascoltando i testimoni e cercando di ricostruire la vicenda e la dinamica di quello che di lì a poco si sarebbe rivelato un incidente mortale. Sotto choc, dopo essersi resa conto di quanto era accaduto, la donna che ha causato l’incidente.
Secondo le prime ricostruzioni erano passate da poco le 16 quando il furgoncino, in manovra nell’area degli spalti delle mura, ha incontrato nella propria traiettoria, non vedendolo perché sdraiato o seduto sul marciapiede e comunque probabilmente non visibile dagli specchietti dell’auto, il corpo del turista olandese. L’auto ha così schiacciato l’uomo che è arrivato in gravissime condizioni in ospedale con la frattura del bacino, varie fratture costali e un importante trauma toracico con sanguinamento dei polmoni. Sempre cosciente, una volta in ospedale è stato intubato in attesa della centralizzazione a Cisanello. Ma l’uomo era già in condizioni disperate e ai medici lucchesi, che pur hanno tentato di salvargli la vita, non è restato altro che constatare il decesso prima che si potesse trasferirlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.