Torna a Galleno il Francigena Art Festival

Dopo qualche anno il Francigena International Arts Festival, rassegna giunta alla sua nona edizione, torna a Galleno e lo fa nel migliore dei modi, con un concerto del noto violinista Leonardo Ricci, che eseguirà i 24 capricci di Paganini. Un grande appuntamento per gli amanti della musica, che possono anticipare il concerto con una rigenerante passeggiata sull’antico selciato della via Francigena, uno dei pochissimi rimasti praticabili, che si trova nei pressi della chiesa che ospiterà l’esibizione.

I 24 Capricci op. 1 sono composizioni per violino solo di Niccolò Paganini pubblicate nel 1820. Sono composizioni di carattere estremamente virtuosistico, con una grande varietà di tecniche violinistiche come picchettati, ricochet, ottave, decime e pizzicati con la mano sinistra.
Ad eseguirli sarà Leonardo Ricci. Il violinista nasce nel 1997 a Siena, dove inizia lo studio del violino all’età di sei anni presso L’Accademia Chigiana sotto la guida del maestro Mauro Ceccanti con il metodo Suzuki. Prosegue quindi gli studi all’istituto musicale Rinaldo Franci di Siena seguito da Lucia Goretti, diplomandosi a febbraio 2017 con 10, lode e menzione d’onore. Studia regolarmente con Marco Fornaciari , Maurizio Sciarretta presso l’Accademia Pianistica di Imola e Salvatore Accardo all’Accademia Walter Stauffer di Cremona. Ha frequentato le masterclass di Mauro Ceccanti, Marco Fornaciari, Andrea Tacchi, Boris Belkin, Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Anton Martynov e Mark Messenger. È stato spalla dell’Orchestra dei conservatori toscani e ha suonato con l’Ort diretta dal maestro Dausgaard e dal maestro Rustioni. Ha vinto 12 primi premi e primi assoluti in concorsi nazionali e internazionali negli ultimi due anni. Si sta inoltre perfezionando in musica da camera con Piernarciso Masi, suonando in duo con il pianista torinese Francesco Mazzonetto. Ha suonato più volte come solista con l’orchestra, eseguendo le Quattro Stagioni di Vivaldi, il Concerto per violino e orchestra in Re minore e il concerto per violino, pianoforte e orchestra di Mendelssohn e il concerto per violino e orchestra di Tchaikovski.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.