Carabiniere ucciso a Roma, centrodestra contro Tambellini: “Scandaloso paragonarlo ai migranti morti in mare”

“Morte del vicebrigadiere Mario Cerciello: Tambellini si vergogni, è scandaloso il parallelo con i migranti”. Lo dichiarano in una nota congiunta i gruppi consiliari di partiti e liste civiche di centrodestra a margine del consiglio comunale di questa sera 29 luglio, che su richiesta del consigliere Marco Martinelli ha ricordato il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega ucciso a Roma.

I gruppi consiliari di partiti e liste civiche di centrodestra nel ricordare che “oggi l’unica vittima per cui piangere è un servitore dello Stato morto in servizio per mano di persone che meritano solo la galera per il resto della loro vita” ritengono al tempo stesso gravi le parole del sindaco di Lucca che “nel giorno dei funerali ha voluto fare un parallelo tra la morte del vicebrigadiere e quella in mare dei migranti”. “Anche stasera – prosegue la nota dell’opposizione – è venuta fuori la peggio faccia del finto buonismo della sinistra, che anche in un giorno così doloroso per tutta Italia non ha perso occasione per strumentalizzare politicamente la vicenda degli immigrati invece di limitarsi, come era doveroso, a ricordare un uomo un marito che a soli 35 anni ha perso la vita servendo la patria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.