Tambellini a Minniti: “Comunità filippina, niente eresia”

Interesse della comunità filippina per il mercato del Carmine, si smuove il sindaco, Alessandro Tambellini, per rispondere a Giovanni Minniti della Lega, che ha parlato di ‘setta eretica’ in riferimento al gruppo che vorrebbe gestire la struttura.

“Ho letto con qualche sussulto di sorpresa – dice il primo cittadino – l’articolo del consigliere Minniti sulla comunità religiosa filippina. È almeno dalla seconda metà del Cinquecento che “l’eresia” non non si manifestava a Lucca. E che sia tornata oggi mi preoccupa. Ricordo che i nostri saggi governanti del passato regolarono la questione senza che mai che il tribunale dell’inquisizione mettesse piede a Lucca. Ora invece sembra che un movimento inquisitorio serpeggi nella nostra città e riconosca la matrice eretica della chiesa filippina. Sarà che il vecchio film L’Esorcista passato in tv abbia indotto alcuni a frequentare un corso di specializzazione sulla “prassi e ortoprassi delle eresie” di cui non eravamo informati? Dobbiamo attenderci qualche rituale di purificazione rispetto al riconoscimento e alla prevenzione dalla presenza del Maligno? C’è da arginare una possibile infezione da parte di un credo eretico?”.
“Così parrebbe – chiude Tambellini – Noi riconosciamo invece il lavoro prezioso della comunità filippina in mezzo a noi e ne rispettiamo le espressioni religiose. Abbiamo fatto vedere volentieri ai loro responsabili, visto che ce lo hanno chiesto, una struttura che in passato è stata una chiesa a poca distanza dal luogo dove la prima comunità filippina lucchese si riuniva per celebrare il suo culto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.