Esausti sulla ferrata, interviene il Sast

Si sono concluse questa mattina (12 settembre) alle 2 del mattino le operazioni che hanno visto la stazione del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano di Lucca impegnato a Buti per un recupero sulla ferrata Sant’Antone al Monte Serra.

Due uomini, colti da stanchezza e sfinimento, hanno lanciato l’allarme intorno alle 22 mentre si trovavano nei pressi del ponte sulla parte finale della ferrata al paletto numero 154. La squadra dei tecnici della stazione di Lucca ha proceduto al recupero dall’alto di uno dei due uomini mentre l’altro ce l’ha fatta a salire da solo.
“Per affrontare una via ferrata – ricorda il Sast – occorre una preparazione fisica e tecnica adeguata: tali vie non rappresentano assolutamente delle scorciatoie, ma sono dei percorsi alpinistici dove i fattori legati al meteo (soprattutto pericolo di fulmini), alla conformazione (caduta sassi e detriti) e soprattutto alla preparazione fisica e tecnica personale costituiscono elementi di primaria importanza”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.