Confcommercio: “Piano sosta, ripartire da zero”

Piano della mobilità e della sosta in centro, Confcommercio presenta le osservazioni, come anticipato nella riunione di martedì scorso a Palazzo Sani. L’associazione e la Commissione centro storico hanno raccolto le numerose osservazioni presentate dagli imprenditori presenti all’incontro rispetto alla attuale stesura del progetto del Comune per il nuovo piano della mobilità e della sosta.

Osservazioni che sono state puntualmente trasferite in un lungo e circostanziato documento protocollato questa mattina tramite Pec all’attenzione dell’amministrazione comunale, dove vengono illustrate quelle che secondo i commercianti lucchesi – del centro storico, ma anche dei quartieri della prima periferia cittadina – sono le tante criticità del progetto, sia di carattere generale che specifiche.
La lunga lettera si chiude con l’invito all’amministrazione a ripartire da zero con questo piano, aprendo finalmente una pagina di concertazione reale: un tema, questo, affrontato anche venerdì scorso (13 settembre) dal direttore di Confcommercio Rodolfo Pasquini durante un faccia a faccia informale con l’assessore Gabriele Bove, richiesto da quest’ultimo.
Durante la chiacchierata Pasquini ha ribadito a Bove la necessità di ripartire in questo progetto da un confronto reale con gli operatori, attori principali e protagonisti di un progetto che nella sua attuale stesura avrebbe ricadute drammatiche per l’imprenditoria dal punto di vista della sosta e della accessibilità. Ed è per questa ragione che il direttore di Confcommercio ha chiesto all’assessore di organizzare quanto prima una serie di incontri con i commercianti del centro storico e dei principali quartieri della prima periferia, cominciando da una assemblea con i rappresentanti della Commissione Città di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.