Spettacoli e cantastorie: torna il Festival della Fiaba

Torte di fango, spettacoli, cantastorie e tanti laboratori per una due giorni nel magnifico mondo delle favole. Dopo il grande successo della prima edizione Villa Bottini torna a far da cornice al Festival della fiaba, l’evento gratuito dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie organizzato dall’associazione Giardini del futuro in collaborazione con il Comune di Lucca. Il festival, che si terrà sabato 21 e domenica 22 settembre nel parco della villa, è stato presentato questa mattina (18 settembre) dall’assessore Ilaria Vietina, da Daniel D’Hainaut di Giardini del futuro e da Giulia Cordella, coordinatrice del progetto Lucca In. Una festa per bambini? Niente affatto. Oltre ad ascoltare storie e giocare sporcandosi le mani di terra e di colori, infatti, c’è molto di più: un evento, questo, che dà importanza alla povertà educativa di cui ogni tipo famiglia può soffrire. Un evento creato anche per supportare i genitori nelle relazioni con i bambini, rafforzando l’unione tra grandi e piccini e dando qualità all’educazione e allo stare insieme.

“Un evento che offre molte occasioni di formazione – ha spiegato l’assessore Vietina – un modo per lavorare sulla qualità dell’educazione immersi nella natura. Siamo felici di poter realizzare questo evento per la cittadinanza selezionando metodi e contenuti per rafforzare la crescita dei nostri bimbi. Le narrazioni fiabesche – continua – sono uno strumento educativo prezioso per i bambini e anche per gli adulti. Un’esperienza unica, che riempie un intero weekend di iniziative per tutte le età, facendo tesoro anche della tradizione fiabesca della lucchesia con storie e racconti nati e tramandati nel nostro territorio”.
“Il tema della fiaba è molto importante a livello pedagogico -ha spiegato D’Hainaut- e la villa, con il suo paesaggio bucolico, si presta molto a un evento del genere. Stare all’aperto non solo è uno stimolo per l’apprendimento ma fa anche stare bene: nel nostro paese abbiamo avuto grandi esempi come Maria Montessori, è arrivato il momento di riproporla e di metterla in pratica. E’ importante che fin da piccoli i bambini imparino a rispettare la natura e a conviverci, è questo ciò che serve per creare una civiltà migliore”.
Il festival della fiaba accompagnerà bambine e bambini e le loro famiglie in un mondo sognato, fatto di memoria e tradizione, fantasia e arte, natura e narrazione, riscoprendo anche le storie “perdute” della nostra città che purtroppo con il passare del tempo stanno svanendo nella memoria di pochi.
Il programma
Il festival si aprirà con la conferenza Il ruolo della fiaba come strumento di crescita durante la quale interverranno Giancarlo Chirico, consulente filosofico, autore di fiabe per bambini e sostenitore del ruolo terapeutico della fiaba e Paolo Cortopassi, geologo raccontastorie, autore di fiabe e favole fantastiche, fiabe popolari e racconti legati alle calamità naturali. Nel corso delle due giornate sarà possibile ascoltare storie nei momenti dedicati al Raccontastorie e alle letture animate insieme a Marco Bertarini, a Elisabetta Nannizzi e a Nati Per Leggere; partecipare ai numerosi laboratori creativi e artistici con le operatrici dell’associazione Giardini del Futuro e con l’associazione Bi-done; assistere a spettacoli teatrali e performance artistiche con La Cattiva Compagnia, con Policardia Teatro, con Marta Mingucci e con Anna Solinas; giocare nei numerosi spazi allestiti con materiale naturale e di recupero per continuare a promuovere concetti quali la sostenibilità ambientale e, quindi, il rispetto della natura. Una delle novità di questa edizione sarà la possibilità di diventare protagonisti di storie inventate, attraverso costumi, travestimenti e accessori che saranno a disposizione di grandi e piccini. 
In caso di pioggia tutti gli eventi si terranno nelle sale interne e sarà presente un punto dedicato alla ristorazione. Il programma completo su percorsiconibambini.it/luccain e sulla pagina facebook di Lucca In (@luccaconibambini).

Giulia Prete

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.