Pierucci, un’associazione per il ‘Van Gogh lucchese’

Per mantenere vivo il ricordo e tutta l’energia creativa del ‘Van Gogh lucchese’, il pittore Pier Paolo Pierucci, il 13 giugno è nata, in via Fatinelli, l’omonima associazione culturale, presieduta dal fratello di Pier Paolo, Gianclaudio. Durante la sua vita, l’artista lucchese, paragonato appunto a Van Gogh per la sua eclusione dai circuiti commerciali, non ha mai redatto un elenco dei lavori realizzati e proprio per questo, dice Ambrogio Pagani socio dell’associazione: “Il primo obiettivo della neo-associazione sarà quello di realizzare l’archivio fotografico delle sue opere, oltre a quello di concretizzare iniziative e informazione sulla figura e l’opera di Pier Paolo. Il 21 settembre, dunque, in uno spazio antistante il Museo della Follia, in piazza della Cavallerizza, presenteremo l’associazione alla città, anche grazie al contributo dell’attrice Elisabetta Salvadori, che leggerà alcune poesie di Pierucci. La locazione non è caso in quanto lo stesso Museo espone all’interno ben due opere dell’artista lucchese”.

L’associazione è stata presentata stamani, con una conferenza stampa alla sede di via Fetinelli, alla presenza di Ambrogio Pagani e Massimo Bonino, due soci dell’associazione e GianGlaudio Pierucci, fratello dell’artista defunto. 
“I possessori delle opere pittoriche di Pier Paolo Pierucci – spiega ancora Ambrogio Pagani – possono inserirle nell’archivio di associazione portando, su appuntamento, le opere allo studio di via Del Fosso 176 per catalogarle, compilando una scheda con i propri dati anagrafici e gli elementi che caratterizzano l’opera; riceveranno poi un numero di catalogo per ciascuna opera inserita ed un cd con le foto realizzate. Il costo dell’inserimento è di 15 euro ciascuna per le prime tre e 10 euro ciascuna per le successive. In questo modo – conclude Pagani – ci auguriamo anche di poter, poi, esporre in una mistra le sue principali opere. Pierpaolo sapeva emozionare tutti con la sua pittura e noi siamo orgogliosi di mantenere vivo il suo lavoro”.
Pier Paolo Giovanni Giulio Pierucci è nato a Lucca il 3 dicembre 1942 ed è poi deceduto l’8 ottobre dello scorso anno. Noto nella città come pittore e poeta, ha prodotto un numero notevole di opere, con tecniche miste, in grado di trasmettere forti sensazioni. Nonostante il suo lungo periodo di attività artistica, non ha mai fatto un’esposizione personale: non voleva soldi, ma semplicemente esprimere la sua enorme creatività. Il ‘Van Gogh lucchese’ ha lavorato fino agli ultimi giorni di vita e la sua eredità è ora tenuta in vita e custodita dal fratello, Gianclaudio Pierucci, grazie all’associazione culturale che porta il suo nome.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.