Matilde di Canossa, conferenza all’auditorium della Fondazione Bml

La figura di Matilde di Canossa al centro della conferenza che si terrà domani (20 settembre), alle 17, all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’appuntamento, che è aperto al pubblico, segue le delibere di approvazione della convenzione, da parte dei Comuni aderenti, per la valorizzazione della via Matildica del Volto Santo. Il Comune di Lucca, come capofila, insieme ai Comuni di Bagni di Lucca, Borgo a Mozzano, Molazzana, Pescaglia, Coreglia Antelminelli, le Unioni dei Comuni della Garfagnana e della Media Valle del Serchio e la Provincia di Lucca, sono impegnati nella valorizzazione del percorso lungo 284 chilometri che da Mantova a Lucca attraversa in undici tappe il territorio di tre regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Toscana) ricche di cultura, tradizioni e paesaggi strettamente legati alla figura storica di Matilde di Canossa.

“Si tratta di un’importante occasione per il territorio di Lucca, della Media Valle e della Garfagnana – spiegano gli assessori alla cultura Stefano Ragghianti e alla continuità della memoria storica Ilaria Vietina -. Dal punto di vista culturale questa operazione contribuisce a superare il luogo comune che vede la società del Medioevo come statica, priva di scambi commerciali e spostamenti di uomini. Dal punto di vista turistico si va a mettere a regime un percorso, anche fisico, che è in linea con la vocazione dei nostri territori a rivolgere la propria offerta a un visitatore lento e attento”.
La conferenza di domani sarà dunque l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte sul ruolo di Matilde di Canossa in Toscana e nel territorio lucchese e per estendere ad altri Comuni il progetto. La giornata prevede gli interventi di Ilaria Vietina su La via Matildica del Volto Santo, Paolo Golinelli, maggior studioso italiano di Matilde di Canossa, dell’associazione Matildica internazionale e della rivista Matildica, Ilaria Sabbatini del Sismel (società internazionale per lo studio del Medioevo Latino), Tommaso Maria Rossi dell’Archivio storico diocesano di Lucca.
Al fine di promuovere la Via Matildica del Volto Santo, dal 25 al 29 settembre, il Comune di Lucca parteciperà al festival del Medioevo di Gubbio, per l’edizione dedicata alle Donne, l’altro volto della storia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.