Caruso (Lega): “A Capannori solo Consigli a chiamata”

“A Capannori soltanto consigli comunali a chiamata: bisogna invertire la rotta”. Parola del consigliere della Lega Domenico Caruso che va all’attacco: “Sono in molti a ritenere che il Partito (ex) Democratico abbia una strana idea della democrazia: pretende di governare quando perde le elezioni mentre quando le vince fa di tutto per sottrarsi al necessario confronto dialettico con le opposizioni. Succede così anche a Capannori dove finora sono stati convocati solo tre consigli comunali e tutti per adempiere ad obblighi di legge o regolamentari: il primo, a giugno,  per l’insediamento del nuovo civico consesso; il secondo, ad oltre un mese dall’insediamento, per la nomina dei membri delle commissioni permanenti diventate pienamente operative solo a settembre; il terzo per l’approvazione entro il 31 luglio della salvaguardia degli equilibri di bilancio ma senza il documento unico di programmazione che, ad oggi, non risulta essere stato ancora deliberato dalla Giunta nonostante la scadenza di legge del 31 luglio”.

“A breve, il consiglio comunale dovrà essere convocato per ottemperare, entro il termine del 30 settembre, ad un altro obbligo di legge l’approvazione del bilancio consolidato ed in quell’occasione, presumo, avverrà la discussione sulle linee programmatiche di mandato, già prevista nell’ordine del giorno della seduta del 30 luglio ma non avvenuta per una dimenticanza ma sarebbe più corretto dire per negligenza di chi ha il dovere di garantire il corretto svolgimento dei lavori dell’assise. Non è accettabile – afferma Caruso -, che il consiglio comunale sia convocato soltanto per la ratifica di provvedimenti imposti per legge così come non è accettabile fissare un termine massimo di durata delle sedute poiché questo modo di fare svilisce la dignità dell’organo rappresentativo della volontà dei cittadini degradato, nei fatti, a semplice articolazione interna al servizio delle esigenze della giunta comunale”. “Mi auguro – conclude Caruso -, che il presidente del Consiglio comunale faccia di tutto per tutelare la centralità del ruolo del consiglio comunale nel dibattito politico cittadino e  per superare questa evidente afasia indotta dall’amministrazione Menesini per evitare di rendere conto ai rappresentanti dei cittadini delle evidenti difficoltà nella gestione dei problemi che riguardano la città di Capannori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.