Fabio Perini presenta al Miac una nuova ribobinatrice

Fabio Perini Spa presenta a Miac Proxima S6, l’innovativa ribobinatrice progettata per garantire prestazioni e qualità eccellenti per qualsiasi prodotto Away from home. Basata sul consolidato sistema Sincro Winding System, Proxima S6, è infatti in grado di raggiungere una velocità di 600 metri a minuto e, allo stesso tempo, ridurre drasticamente i tempi di avvicendamento dei prodotti potendo agire direttamente dal pannello di controllo per cambiare il diametro delle anime e dei rotoli, nonchè la lunghezza e il passo di perforazione.

“Si stima che oltre 21 milioni di tonnellate di prodotti tissue all’anno, quasi un terzo del mercato – commenta Stefano Palazzesi, marketing product manager – sia destinato ai prodotti Away from home, una domanda globale guidata dal Nord America e dall’Europa, ma con una rapidissima crescita nei paesi dell’Asia e Pacifico; i prodotti destinati a questo canale hanno caratteristiche talmente differenti che hanno la necessità di linee che minimizzino, per esempio, i continui cambi di formato”.
Proxima S6 permette così una grande flessibilità nella gestione dei log (da 90 a 350 mm di diametro), grazie ad un cambio diametro anima e passo di perforazione veloce tramite il pannello Hmi, e un gruppo di perforazione doppio da 4 e 6 lame.
L’incollaggio dell’anima risulta sempre pulito ed efficiente grazie all’incollaggio a lama. L’utilizzo di servomotori indipendenti e servo cilindri rende estremamente facile e con minimi interventi manuali sia l’utilizzo della macchina sia la sua manutenzione. L’utilizzo, inoltre, di tecnologie di ultima generazione permette di contenere la rumorosità e allo stesso tempo ridurre i consumi energetici. Infine, particolare attenzione è stata data alla ergonomicità e accessibilità a tutti i gruppi che compongono la Proxima S6, per esempio incorporando una piattaforma mobile per un facile accesso alle zone di perforazione e al gruppo mollette.
“Proxima S6 – Stefano Palazzesi, marketing product manager – mette al centro le esigenze del cliente in un mercato, come quello dell’Away From Home, che ha la necessità di effettuare continui cambiamenti di prodotto dalle caratteristiche molto diverse. È una macchina che ingloba differenti tecnologie, già pienamente consolidate, che permettono di realizzare molteplici prodotti professionali a bassa e alta densità. Ma la grande novità sta nella flessibilità e nella semplicità nel cambio di prodotto che viene eseguito semplicemente con un comando dal pannello di controllo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.