Acqua, contatori gratis per monitorare pozzi: ok alla mozione M5S

“La mancanza di una rete idrica pubblica accessibile a tutti causa una netta disuguaglianza tra i residenti nel rapporto tra imposte ed erogazione del servizio”: è il tema al centro della mozione presentata questa sera dal consigliere Massimiliano Bindocci a Palazzo Santini, che ha incassato l’ok anche della maggioranza.

Il consigliere ha ricordato come “alcune zone del Comune non siano coperte dal servizio dell’acquedotto e, di conseguenza, i residenti hanno dovuto installare pozzi privati sobbarcandosi i relativi costi anche in termini di gestione e controllo. In alcune di queste zone – specifica – è stata completata la rete fognaria con obbligo di allaccio”. Attraverso il documento, il pentastellato invita quindi il Comune ad impegnare la conferenza territoriale numero 1 Toscana nord ed il gestore Geal Spa a “provvedere all’installazione gratuita dei contatori al fine di ottenere una tariffa puntuale sul consumato e successivamente trattato in fognatura e depurazione” per chi utilizza ancora i pozzi e non è servito dalla rete idrica. Il testo incontra il voto favorevole della maggioranza, come esplicitato dal consigliere Bianucci, e quello delle opposizioni, nelle persone di Borselli e Barsanti. Via libera dunque alla mozione con 22 voti favorevoli (zero contrari, un astenuto).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.