A Basso e Frigerio il Triathlon della Versilia

Complice la concomitanza dei campionati Italiani a Cervia, che hanno precluso ai primi del rank nazionale la partecipazione ad altre gare, Nicolò Basso (Fiamm, e Federica Frigerio, Cus Brescia, si portano a casa la loro prima vittoria in un triathlon olimpico. Per la bresciana si tratta della prima vittoria in assoluto, già nella stagione d’esordio.

Domenica (13 ottobre) a Lido di Camaiore sono stati quasi 300 i partenti per la seconda edizione del Triathlon della Versilia. Mare piatto, muta facoltativa e un tiepido sole autunnale all’orizzonte. Condizioni ideali per gareggiare in quello che può definirsi un olimpico super veloce, se non il più veloce della stagione.
Starters il presidente del consiglio comunale di Camaiore, Andrea Favilla, e la campionessa italiana di triathlon medio, Michela Santini. Il percorso bike era completamente chiuso al traffico su tre giri fra Lido, Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi, con le rispettive polizie municipali impegnate a garantire la massima regolarità dei percorsi su strada.
Alla fine dei 1500 metri di nuoto la testa della gara maschile vede cinque uomini al comando che, dopo la lunga transizione sulla spiaggia versiliese, si riducono a 2. Per entrambi gara di coppia solitaria nei 39 chilometri bike, fino alla T2 quando Nicolò Basso, al rientro da un infortunio che gli ha impedito di prendere il rank ed entrare fra i qualificati agli assoluti, ha salutato il compagno di fuga Stefano Mutti e si è involato solitario verso il traguardo rifilandogli 5’27” di distacco. Al terzo posto, a 10” soltanto, Francesco Balestrini, Livorno Triathlon.
Le ragazze partono cinque minuti dopo la batteria unica maschile e sulla spiaggia approda per prima Federica Frigerio che ha già accumulato un ragguardevole vantaggio su Sara Tognini, La Fenice Triathlon, e su Silvia Moglioni, Woman Triathlon Italy. Non c’è gara fra loro, ma solo un accumularsi di minuti di distacco via via che essa si sviluppa. Saranno quasi 13 minuti per Federica quando Sara giungerà seconda alla finish line e 14’ al passaggio della Moglioni.
A premiare l’assessore Patrizia Gemignani e Michela Santini alla Misericordia di Lido di Camaiore che ha offerto, oltre al servizio sanitario sui percorsi, il Pasta Party a tutti i partecipanti.
Jo.Er Marine Project e Qualitry ringraziano Icom Firenze per i trattamenti osteopatici post gara, Ser Wax Industry che ha fornito candele e diffusori profumati per pacchi gara e premiazioni, Sixtus con gli integratori Double Caff e Birra Bavaria.
La manifestazione ha avuto anche uno scopo benefico, con parte del ricavato devoluto a Il Sorriso di Elisa, la Onlus che promuove la sicurezza stradale.

Appuntamento al 2020 per la terza edizione del “Fast-fast-fast” Triathlon della Versilia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.