Lotta al doping, convegno a Capannori

Sabato 26 ottobre, a partire dalle 8,30 nell’auditorium del Centro socio sanitario di Capannori in piazza Aldo Moro, si svolgerà il convegno La lotta al doping ed all’abuso di integratori alimentari.
Il doping e l’uso improprio di farmaci ed integratori alimentari nello sport e nelle attività fisiche costituiscono un importante problema di salute pubblica, che sta divendando un fenomeno di massa non solo tra gli atleti di alto livello, ma anche tra gli atleti amatoriali e dilettanti e tra la popolazione generale, compresi i più giovani. La diffusione delle pratiche “dopanti” risulta preoccupante non solo per la tutela della salute di tanti giovani sportivi a rischio, minacciata dal possibile ricorso a sostanze dannose, ma anche per la necessità di salvaguardare la funzione educativa che l’etica sportiva dovrebbe garantire soprattutto ai giovani.

Sulla base di queste considerazioni, il dipartimento di prevenzione dell’azienda Usl Toscana nord ovest e l’Associazione medico sportiva della Provincia di Lucca, organizzano questa iniziativa che vuole rappresentare un momento di approfondimento e di conoscenza dei fenomeni socio-culturali collegati al doping, degli aspetti legali e delle ricadute sulla salute di un uso improprio di farmaci e integratori alimentari, mettendo a confronto operatori sanitari, rappresentanti di enti ed istituzioni, operatori del mondo dello sport e del fitness, che sono tutti invitati a questo evento, insieme a coloro che collaborano con società sportive, agli insegnanti, ai genitori ed agli atleti.
La partecipazione al convegno è gratuita, ma per motivi organizzativi è richiesta l’iscrizione. Per conoscere il programma e per iscriversi, è possibile fare riferimento alla mail guadagnaresalute@usl2.toscana.it.
“È bene ribadire – si legge nella presentazione dell’Asl – che la risposta al fenomeno doping deve essere plurale e sinergica: occorre mettersi insieme, fare squadra, condividere la partita per riuscire a vincerla. Negli interventi dei molti relatori che si succederanno saranno trattati temi di estrema attualità, come le mode pericolose e le fake news che possono spingere a scelte dannose, con una particolare attenzione al mondo degli adolescenti. Verranno messi in evidenza i danni per la salute delle pratiche dopanti e le novità normative in materia. Avranno anche grande spazio gli interventi effettuati dagli organismi di controllo con la partecipazione dei carabinieri per la Tutela della salute (Nas) e saranno illustrate le iniziative di prevenzione”.
Questa iniziativa è inserita nel programma di aggiornamento per medici e tecnici del dipartimento della prevenzione dell’Asl Toscana nord ovest, ma è rivolta anche a dirigenti e tecnici delle società sportive del nostro territorio in modo da fornire tutte le più aggiornate informazioni riguardo un tema di così scottante attualità proprio a quelle persone che giornalmente sono a contatto sui campi sportivi e nelle palestre con i molti giovani che praticano attività sportiva.
La segreteria scientifica è curata dall’ex direttore dell’area igiene e sanità pubblica dell’Asl Toscana nord ovest (in pensione da pochi giorni) Alberto Tomasi e dal direttore della medicina dello sport di Lucca Carlo Giammattei, mentre della segreteria organizzativa si occupano Gianna Innocenti e Fausto Morgantini.
L’evento è patrocinato dall’Ordine dei medici della provincia di Lucca e dal Panathlon International Club di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.