Donne e sport, campionesse contro le disparità di genere

Abbattere il muro della disparità di genere ripartendo da storie di successo al femminile che meritano di essere amplificate per arrivare allo stesso pubblico dei maschi, con lo sport a fare da perno al racconto. Si intitola Donne & Sport tra successi e discriminazioni l’appuntamento che venerdì 8 novembre (alle 16,30) metterà a confronto campionesse ed esperte di settore alla Cappella Guinigi.
Bypassare gli ostacoli di cui è intrisa una società che pensa ancora largamente monocromo, al maschile, è certamente una sfida difficile. Ma queste donne, alle sfide, ci sono abituate da una vita.

Per parlarne oggi (26 ottobre) nella sede della Cgil di Lucca, sono intervenute le ideatrici dell’iniziativa Daniela Grossi (presidente associazione Città delle donne) e Mary Baldaccini (per il Centro donna Lucca), insieme all’assessore alla cultura con delega allo sport Stefano Ragghianti, a Maria Rosaria Costabile (segretaria Nidil e segreteria provinciale Cgil Lucca), ad Emanuela Bianchi (Spi Cgil) e ad alcune atlete rappresentate da Chiara Cinelli (Virtus Lucca).
“Vogliamo descrivere cosa accade alle donne nel mondo dello sport – spiega Grossi – perché ci sono molte eccellenze nei risultati alle quali non si collegano pari diritti, emolumenti e tutele rispetto ai colleghi maschi”. Baldaccini ricorda che “non ci eravamo mai occupate del tema dello sport, che troviamo in costante crescita. Il lavoro va avanti dalla primavera scorsa e adesso cerchiamo di portarlo all’attenzione della collettività”.
Per l’assessore Ragghianti “Questa è un’iniziativa di grande interesse che giunge a cavallo tra due importanti riforme come quelle sui temi dello sport e del terzo settore. L’amministrazione ha fin da subito garantito tutto il suo sostegno all’evento”.
Costabile aggiunge che anche Nidil e Cgil hanno aderito convintamente: “L’appuntamento va nella direzione intrapresa da Nidil a livello nazionale, già da qualche anno. Parleremo di donne, ma il progetto arriva a toccare tutti i lavoratori coinvolti nel mondo dello sport, grazie alla proposta di redarre un libro bianco. Sarà un punto di partenza per affrontare e sviluppare queste problematiche”.
Bianchi, ancora, rileva come lo sport sia “motore di emancipazione femminile da sempre, ma dobbiamo regolamentare diritti e tutele per le donne attraverso le leggi. Un evento del genere servirebbe in tutta Italia e merita di essere diffuso nelle scuole”.
L’incontro sarà moderato dalla giornalista Ilaria Bonuccelli e vedrà la presenza di importanti atlete che hanno saputo distinguersi nelle loro discipline. “Abbiamo invitato personalità del mondo dello sport al femminile – osserva Mancinelli – che meritano considerazione. Se fossero i corrispettivi maschili, ci sarebbero tv e riflettori: così non è, per ora, ma abbiamo già visto, a partire dalla finale degli US Open tra Pennetta e Vinci, per continuare con la nazionale di calcio, che se lo sport femminile viene trasmesso in tv la gente lo segue”.
L’8 novembre parleranno dunque Alice Parisi (calciatrice già campionessa europea con la nazionale e centrocampista della Fiorentina Women’s), Giulia Quintavalle (campionessa olimpionica Judo), Immacolata Gentile (playmaker Basket), Luisa Rizzitelli (Presidente Assist, associazione nazionale atlete), Sabina Di Marco (segreteria nazionale Nidil Cgil) e Alessandra Di Legge (specialista giuridico legale finanziario). Emblematica la locandina scelta per l’evento: raffigura Kathrine Switzer, la prima donna a correre la maratona di Boston nel 1967, inseguita dagli ufficiali di gara che tentarono invano di fermarla. Quella corsa continua ancora oggi, con rinnovato vigore.

Paolo Lazzari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.