Le rubriche di Lucca in Diretta - Cinema e tv

Maleficent II, la ‘signora del male’ è la sceneggiatura

A volte è meglio essere diretti: purtroppo ho scoperto a mie spese che la vera “signora del male” qui è la sceneggiatura, e in un certo senso anche la Disney.
Il film del 2014 mi stupì in positivo: complice anche una ritrovata Angelina Jolie dopo i noti problemi di salute, Disney riusciva a rielaborare la favola per farne un fantasy di poche pretese, ma di tutto rispetto.

Cinque anni dopo Maleficent: Mistress of Evil è un sequel anonimo che ripropone le solite cose viste e riviste facendosi bello con un po’ di trucco, tanta cgi e qualche nome importante.
Oltre alla totale assenza di nuove idee e nemmeno una parvenza di trama, si sono scordati pure di curare i dialoghi, a tratti sconcertanti.
Non è bastata neanche la mano dell’abile regia del norvegese Joachim Rønning, lo stesso del buon Pirati dei Caraibi – La Vendetta di Salazar, che trovatosi a lavorare col niente, poveretto, ha provato a inserire due rallenty (ma a caso) e a limitare i danni con le bellissime inquadrature su quella meraviglia di Angelina Jolie.
Continuate la lettura della recensione a cura di Marco Andreini su Project Movie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.