Le rubriche di Lucca in Diretta - Libri

Alla Casa del Popolo ‘Quella volta che il volto santo rise’

La Società popolare di mutuo soccorso Giuseppe Garibaldi è lieta di invitare la cittadinanza alla presentazione del libro Quella volta che il Volto Santo rise, che avrà luogo venerdì (8 novembre) alla Casa del Popolo di Lucca (via dei Paoli 22 a Capannori) dalle 19 alla presenza dell’autore Franco Fantozzi e dell’editrice Micol Carmignani. Durante l’evento sarà disponibile un ricco buffet.

Il libro, la seconda fatica letteraria del poliedrico autore locale Franco Fantozzi, è una storia noir in salsa lucchese in cui le indagini di una atipica società investigativa si dipanano in location ben noti al pubblico autoctono, che nel libro troverà abbondanti riferimenti a fatti e personaggi della storia lucchese dell’ultimo mezzo secolo. Un gusto amarcord sapientemente cercato e apparecchiato dall’autore che non manca di arricchire la narrazione con elementi decisamente alloctoni e paranormali, che spiazzeranno e intrigheranno il lettore dalla prima all’ultima pagina.
Il libro “La storia noir in salsa lucchese, abilmente elaborata dall’autore, mantiene riconoscibili sapori locali che, per dirla come si usa da queste parti tra il Serchio, le Apuane e il mare, non “stuccano” perché fanno identità e sollecitano l’appartenenza. Così, non ci disturbano il gergo indigeno di Frenk, certi giochi di parole un po’ insistiti, le location alquanto risapute e i riferimenti a fatti e personaggi noti agli autoctoni (e per di più di una certa età). Le novità di queste pagine sono altre e riscattano a pieno gli eccessi di tipicità: per esempio, le doti Esp (extra sensory perception) del nostro investigatore privato. Ovvero, i suoi personalissimi canali di informazione estranei alla scienza e fuori da ogni metodo scientifico” (dalla prefazione di Luciano Luciani).
L’autore Franco Fantozzi è nato a Lucca nell’ottobre 1950, ha scritto canzoni, cantato in gruppi musicali e come solista, e fatto cabaret. Collabora alla rivista di racconti on-line L’atipico e adora la musica, i fumetti e andare in bicicletta. Così ha scritto e stampato in proprio nel 2016 Comèrimo (in lucchese “come eravamo”), un libro tratto da ricordi personali giovanili. Adesso ha deciso di raccontare le gesta del primo detective surreale che Lucca abbia mai avuto, con le sue storie dell’Agenzia investigativa Frenkenson, dove opera il titolare Frenk Maniscalchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.