Disturbi psichiatrici nell’infanzia e adolescenza, ancora aperte le iscrizioni al corso

Più informazioni su

Disturbi psichiatrici in infanzia e adolescenza. Sono ancora aperte le iscrizioni gratuite al convegno Disturbi psichiatrici dell’infanzia e dell’adolescenza e percorsi di cura: appropriatezza della risposta residenziale, organizzato dalla cooperativa sociale La Mano Amica il 15 e 16 novembre prossimo nell’auditorium Caruso del Gran Teatro Puccini di Torre del Lago, che rilascia crediti Ecm.

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel calendario degli eventi con cui la cooperativa sociale La Mano Amica di Lucca celebra i 30 anni di attività in ambito di assistenza e reintegro sociale di persone con disturbi mentali. Con il patrocinio di Sinpia, della Provincia di Lucca, dell’Ausl Nord-Ovest Ordine degli Psicologi della Toscana e dei Comuni di Lucca, Viareggio e Capannori.
Il convegno è rivolto a neuropsichiatri infantili, psichiatri, pediatri, psicologi, infermieri, logopedisti, terapisti della riabilitazione psichiatrica, educatori, assistenti sociali e famiglie. Nell’ambito della salute mentale e in particolare dei servizi per l’infanzia e adolescenza la cultura della qualità della cura rappresenta a tutt’oggi un processo in lenta evoluzione non tanto e non solo per un ritardo culturale: la complessità delle situazioni cliniche odierne, l’eterogeneità dei bisogni diagnostici, terapeutico-abilitativi, assistenziali, a cui si aggiunge una persistente ed elevata disomogeneità nell’organizzazione della rete dei servizi nelle diverse Regioni italiane, rappresentano variabili che ostacolano e rallentano l’identificazione di percorsi che rispondano ai criteri di appropriatezza e efficacia. Diverse Regioni si sono attivate per governare in maniera omogenea i percorsi attraverso specifici documenti programmatici. In riferimento alla grave psicopatologia adolescenziale la Regione Toscana ha emanato nel 2015 le linee di indirizzo per la qualificazione della risposta all’emergenza-urgenza psichiatrica nell’infanzia e nell’adolescenza e dei percorsi di cura residenziali. Su quest’ultimo aspetto è incentrato Il focus del convegno, vale a dire sulla risposta residenziale nella sua accezione – identificata dal documento programmatico regionale – di “intervento terapeutico e riabilitativo temporaneo inserito all’interno di un percorso di presa in carico complessiva attuata dai servizi”, da declinare all’interno della cornice concettuale della qualità della cura. Molteplici saranno gli interventi che prenderanno in analisi i nodi del percorso complessivo per poi affrontare il tema dell’appropriatezza e degli strumenti di verifica. Di particolare interesse la tavola rotonda del sabato mattina durante la quale alcune Comunità Terapeutiche della Regione Toscana presenteranno le loro esperienze e si confronteranno sui modelli teorici di riferimento e sui risultati ottenuti. L’iscrizione è gratuita e obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili e può essere effettuata tramite link (clicca qui). Info: www.lamanoamica.it, Irida Xhemrishi, Tel: 0583.464292 Cell.328.6190134.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.