Cartiere Cardella, altre 8 ore di sciopero per l’integrativo

Continuano gli scioperi alle Cartiere Modesto Cardella. Ieri (7 novembre) la Rsu d’intesa con le segreterie di Slc Cgil e Fistel Cisl hanno indetto uno sciopero di 8 ore per i lavoratori del turno notturno. “Il primo – spiegano le sigle – dopo la decisione unilaterale dell’azienda di chiudere il tavolo di trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Lo sciopero ha trovato la massiccia adesione dei lavoratori e la produzione di tutte e due le macchine continue è stata fermata”.

“Il segnale mandato dai lavoratori – spiegano ancora i sindacati – è stato per l’ennesima volta inequivocabile. Respingere l’arroganza contrattuale dell’azienda e confermare il diritto ad avere un rinnovo dell’Integrativo aziendale che abbassi gli eccessivi carichi di lavoro, migliori le condizioni di sicurezza sul lavoro, senza arretramenti sugli accordi esistenti su ferie e permessi e il rispetto del contratto nazionale, il riconoscimento delle professionalità e il rinnovo del premio di risultato. Le segreterie dei sindacati e la Rsu, nel confermare che la vertenza continua e che nei prossimi giorni verranno indette ulteriori fermate della produzione, annunciano a breve una loro riunione nella quale saranno valutate anche altre iniziative a sostegno della vertenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.